Per la prima volta nella sua storia, la Città Metropolitana di Torino sarà presente al Salone del Libro 2015, nello spazio interistituzionale situato nel Padiglione 1 del Lingotto Fiere, insieme alla Regione Piemonte, al Consiglio Regionale e alla Città di Torino.

 

Un desk informativo offrirà ai visitatori del Salone informazioni sulle aperture al pubblico di Palazzo Dal Pozzo della Cisterna (la prestigiosa residenza nobiliare in cui l’Ente ha sede, in via Maria Vittoria 12), sulla Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte “Giuseppe Grosso” (che ha appunto sede a Palazzo Cisterna) e sul processo istituzionale che ha visto le funzioni della vecchia Provincia di Torino passare (insieme ad alcune aggiuntive, stabilite dalla Legge 56 del 2014) alla Città metropolitana, che ha iniziato ufficialmente la sua attività il 1° gennaio 2015.

Venerdì 15 maggio dalle 10 alle 12 nello spazio Arena del Salone del Libro la Città Metropolitana di Torino organizzerà una presentazione della rassegna musicale “Organalia” (www.organalia.org), che propone quest’anno tre diversi itinerari, due dei quali perfettamente in linea con i grandi eventi che caratterizzano il 2015: “Expo 2015. Da Torino a Milano passando per tutte le province piemontesi”, “Il Cammino della Sindone da Torino a Chambery”, “Ivrea & Canavese. Da Chivasso a Ivrea”. Alla presentazione saranno presenti il Vice-Sindaco della Città Metropolitana Alberto Avetta, il direttore artistico di “Organalia” Edgardo Pocorobba il celebre organista Roberto Cognazzo e Paolo Cantù, direttore della Fondazione Live Piemonte dal Vivo.

La Città Metropolitana: territorio e funzioni

La Città Metropolitana di Torino è un ente territoriale di area vasta, di secondo livello, istituito dalla Legge 56 del 2014. Ha sostituito a partire dal primo gennaio 2015 la Provincia. Il suo territorio comprende 315 Comuni ed ha una superficie di 6.827 km², risultando la Città metropolitana più estesa d'Italia. Lo Statuto suddivide il territorio in 11 Zone omogenee. La Città metropolitana confina a nord con la Valle d'Aosta, a est con le province di Biella, Vercelli, Alessandria e Asti, a sud con quella  di Cuneo, a ovest con i Dipartimenti francesi della Savoia (regione Rodano-Alpi) e delle Hautes Alpes (regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra). La Città metropolitana ha mantenuto tutte le funzioni istituzionali e amministrative della Provincia, ma per legge si occupa anche di: adozione e aggiornamento del Piano Strategico del territorio metropolitano, strutturazione dei sistemi coordinati di gestione dei servizi pubblici, organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale, pianificazione territoriale generale (comprese le strutture di comunicazione, le reti dei servizi e delle infrastrutture), mobilità e viabilità, promozione e il coordinamento dello sviluppo economico e sociale, promozione e coordinamento dei sistemi di informazione e digitalizzazione. Sono organi della Città metropolitana il Sindaco e il Consiglio metropolitano e la Conferenza metropolitana dei 315 Sindaci.