TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

10 progetti in gara, tra cui startup medicali e cleantech, e ben 8 regioni rappresentate (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Basilicata).La seconda edizione di Assiteca Crowd Startup Showcase, il contest per startup e Pmi innovative promosso dalla piattaforma

di equity crowdfunding Assiteca Crowd, ha preso ufficialmente il via. Fino al 20 gennaio, sulla pagina web www.assitecacrowd.com/startup-showcase-votazioni, sarà possibile votare i progetti delle imprese innovative selezionati dal comitato tecnico della piattaforma sulla base degli executive summary ricevuti.

 

Ecco le imprese protagoniste: Boostey (Milano), che propone servizi di consulenza ad alto valore aggiunto nell’ambito dell’intelligenza artificiale; Eggon (Padova), con il progetto “Easily&Healthy”, una piattaforma disponibile su smartphone e desktop che supporta e facilita la gestione e condivisione della documentazione clinica dei pazienti; LifeTool (Aversa – Caserta), un braccialetto intelligente in grado di monitorare le condizioni del portatore e comunicarle ad altri soggetti abilitati. Il prodotto risponde alla crescente necessità di intervenire nei casi di episodi ischemici dell’apparato cardiaco; Regreen (Conversano – Bari), che presenta un progetto, coperto da brevetto internazionale, “ReGreen Point”, isola ecologica nella quale è possibile conferire plastica ed alluminio ricevendo in cambio crediti da utilizzare sotto forma di sconti in un circuito di attività commerciali convenzionate; Resvalue (Roma), con il progetto “Trovabando”, che attraverso un innovativo algoritmo verifica in tempo reale quali siano i bandi pubblici ai quali un’impresa può partecipare; Sense Square (Salerno), che si propone con una innovativa tecnologia di sensori degli inquinanti dell’aria in grado di raccogliere ed elaborare dati in tempo reale su una rete intelligente; Shibuse (Torino),  una innovativa piattaforma online, completamente dedicata ai matrimoni ecocompatibili, che nasce con l’intento di favorire l’incontro tra fornitori e utenti sul tema delle soluzioni green per le nozze; Slowfunding (Montescaglioso – Matera), propone una piattaforma di crowdfunding reward-based per il recupero e la riattivazione di immobili; Tulip (Salerno), costituendo spin off dell’Università degli Studi di Salerno che presenta un progetto che consiste nella produzione di un farmaco che ha l’ambizione di prevenire e curare la cirrosi epatica esercitando un effetto antifibrotico diretto sul fegato; 4storm (Bologna) che propone una telecamera di movimento per le attività outdoor, innovativa nelle funzioni e nel design, capace di riprendere anche a 360°.

 

I tre progetti che otterranno il maggior numero di voti, unitamente ad altri due selezionati dal comitato tecnico di Assiteca Crowd sulla base dei parametri indicati all’interno del regolamento, saranno presentati a un panel di imprenditori di successo. L’incontro finale, in programma a fine gennaio a Milano, sarà trasmesso via web.  Al termine del contest, l’impresa selezionata riceverà gratuitamente servizi di consulenza finalizzati ad avviare una raccolta di capitali in equity crowdfunding sulla piattaforma di Assiteca Crowd.

 

“Anche la seconda edizione della nostra iniziativa ha confermato un grande interesse ed una consistente partecipazione delle imprese innovative italiane - sottolinea Tommaso D’Onofrio, amministratore delegato di Assiteca Crowd – Sono convinto che tutti i progetti selezionati saranno sostenuti positivamente dalla rete. Si tratterà di un primo, importante passo per tutte le imprese selezionate. Nel crowd investment, comunicare efficacemente la propria idea imprenditoriale è alla base del successo di una campagna.”

 

Nel 2017, la digital transformation continuerà a rappresentare, per le aziende internazionali e gli enti governativi, un obiettivo fondamentale. Secondo Verizon, però, i clienti guarderanno le proprie attività di business da una prospettiva che considera elementi chiave agilità, velocità dei servizi e capacità di offrire un’esperienza d’uso straordinaria all’utente finale.

 

Le aziende hanno la necessità di valutare le proprie attività di business per capire come la spesa IT possa essere distribuita più efficacemente. Inoltre, dovranno riflettere sulle sfide nel campo della security e della compliance, e individuare il modo migliore per integrare le nuove tecnologie. Le aziende vincenti saranno quelle in grado di affrontare al meglio le sfide che la strada verso la digital transformation pone. Comprendere in anticipo quali sono queste sfide è fondamentale.