Secondo gli esperti, nei prossimi decenni gli idrocarburi continueranno ad occupare una posizione di rilievo nell’equilibrio globale di combustibili ed energia. Tuttavia, una moderna strategia ambientale impone l’esigenza di un passaggio a fonti senza emissioni di carbonio e l’espansione delle

risorse naturali attraverso nuove piattaforme tecnologiche nel settore dell’energia nucleare, una maggiore efficienza di pannelli solari e centrali eoliche e un ampliamento dei sistemi per lo stoccaggio dell’energia.

Insieme allo sviluppo di soluzioni per la decarbonizzazione dell’energia, l’analisi e le problematiche relative alla sicurezza della stessa stanno diventando sempre più importanti. L’introduzione di tecnologie digitali è sicuramente un argomento di grande interesse, poiché ha un notevole impatto sul sistema energetico globale. In che modo la digitalizzazione incide esattamente sul consumo energetico, sulla fornitura e sul trasporto dell’energia, se esistano modi di utilizzarla a beneficio dei settori del petrolio e del gas e come le città possano diventare “smart”, sono solo alcuni fra gli interrogativi con cui i partecipanti al summit dovranno confrontarsi.

Di questo si parlerà il 18 aprile 2018 nel corso della settima edizione del Global Energy Prize Summit presso l’Energy Center del Politecnico di Torino in via Paolo Borsellino 38. Dalle 9.30 alle 13.00, scienziati di importanza mondiale, politici ed esperti del settore di otto nazioni si incontreranno per discutere delle più urgenti questioni riguardanti energia e clima nella conferenza "Modelisation & simulation of energy mix in the future digital world".

Alexander Iganatov, presidente in carica della Global Energy Association, afferma: «Lo sviluppo dell’energia è importante per il futuro del mondo intero, pertanto la Global Energy Association ha istituito una piattaforma di comunicazione costantemente operativa – l’omonimo summit. Esso riunisce ogni anno i vincitori del Global Energy Prize, i membri della Commissione Internazionale del premio, insieme a rinomati personaggi pubblici, leader economici e politici. Tale confronto globale, guidato da scienziati e dagli sviluppatori delle tecnologie più avanzate, ci permette di elaborare soluzioni condivise che rispondono ai bisogni dell’intera umanità».

Silvia Rosa-Brusin, vice-caporedattore di Leonardo, programma scientifico in onda su RAI3, modererà l’incontro. L’evento sarà trasmesso in live streaming sul sito di Euronews, permettendo così ai cittadini di 166 nazioni di seguirlo.

Si ricorda che il Global Energy Prize Summit si tiene ogni anno dal 2012, con lo scopo di dibattere sui problemi più urgenti legati all’energia, definendo meccanismi e strategie di risoluzione e di comunicazione dei risultati al pubblico.