Mad for Science, l’iniziativa promossa da DiaSorin tra tutti i Licei Scientifici della Regione Piemonte, invitati a concorrere per vincere l’implementazione del proprio laboratorio didattico scientifico esistente, a partire dall’anno scolastico 2018-2019 compie il grande salto

e si propone a tutti i licei scientifici Italiani. La decisione è stata presa alla luce degli ottimi risultati sia in termini di partecipazione sia qualitativi per i progetti di ricerca presentati nelle due edizioni passate. Da quest’anno, quindi, saranno 1600 i Licei scientifici di tutta Italia che potranno concorrere.

Il Bando di Concorso 2018/2019 di Mad for Science invita gli studenti dei Licei scientifici a ideare una serie di esperienze didattiche di laboratorio coerenti con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 promossa dall’ONU, in particolare i Sustainable Development Goals (SDG) 13, 14 e 15 e progettarne l’implementazione nel laboratorio scientifico della scuola.

I progetti riguarderanno in concreto iniziative volte a promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico; conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile e proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre.

Ogni Liceo scientifico potrà presentare un solo team, composto da 5 studenti e un docente di Scienze referente del progetto. Il team avrà la responsabilità di ideare e sviluppare il progetto. Per accedere alla fase di preselezione, nel periodo compreso tra il 24 novembre 2018 e il 25 gennaio 2019, ciascun Liceo dovrà registrarsi al sito www.madforscience.it e caricare la scheda di progetto (ivi scaricabile) compilata in tutte le sezioni.

Entro il 5 febbraio 2019 una Commissione di esperti in ambito tecnico-scientifico valuterà le schede di progetto pervenute e selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, le 50 candidature migliori.

I Licei che supereranno la fase di preselezione dovranno elaborare la proposta progettuale così strutturata: 5 nuove esperienze didattiche di laboratorio che portino gli studenti a riflettere sulla relazione tra l’ambiente e la salute dei cittadini e dei giovani; il dettaglio del progetto di implementazione e aggiornamento del laboratorio della scuola già esistente, rispettando il tetto massimo di 50.000 euro per gli interventi e di 5.000 euro l’anno per 5 anni consecutivi (25.000 euro totali) per i materiali di consumo necessari alle nuove esperienze didattiche proposte.

Il progetto completo dei 50 Licei che avranno superato la fase di preselezione dovrà essere caricato sul sito www.madforscience.it entro e non oltre il 16 aprile 2019. Qualunque proposta inviata oltre tale data non verrà considerata valida.

Entro il 10 maggio 2019 un Comitato appositamente costituito da DiaSorin selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, le 8 proposte progettuali più interessanti.

Gli 8 team finalisti presenteranno i loro progetti entro il 31 maggio 2019 in occasione della Mad for Science Challenge 2019, di fronte a una Giuria composta da professionisti della comunicazione ed esponenti della comunità scientifica, che eleggerà i vincitori.

In considerazione dell’apertura a tutti i licei italiani, sono modificati anche i premi messi in palio. I primi due licei classificati verranno premiati con l’implementazione del biolaboratorio (per un valore massimo rispettivamente di 50.000 e 25.000 euro) e la fornitura dei relativi materiali di consumo (fino a un massimo rispettivamente di 5.000 e 2.500 euro all’anno per 5 anni a partire dall’anno 2019). La Giuria – i cui componenti scelti tra le massime figure del mondo della ricerca, della scienza e dell’università saranno resi noti nel 2019 - assegnerà anche un Premio Speciale di Comunicazione al team che – tra gli 8 finalisti – si sarà distinto per la qualità della presentazione e le competenze di public speaking. Il premio consiste nell’assegnazione di 10.000 euro per l’acquisto di materiale vario da laboratorio.