Con un mercato dei mutui che ha superato i 376 miliardi di euro a settembre 2018, in aumento del 2,3% rispetto allo scorso anno, qualità e attendibilità delle perizie immobiliari sono elementi fondamentali. Sono giunte così al terzo aggiornamento le Linee Guida

per le valutazioni degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, alla luce dell’ulteriore adeguamento ai più recenti standard europei e internazionali, in particolare la Direttiva mutui recepita nel Testo Unico Bancario, e alla Circolare 285 della Banca d’Italia con riferimento ai requisiti di professionalità dei periti.

Novità rilevante in questa nuova edizione è l’introduzione di principi per la valutazione di hotel, centri commerciali e agroindustrie (cosiddetti asset speciali) e un focus importante dedicato all’efficienza energetica degli immobili e al loro impatto sul valore di mercato.

Con l’obiettivo centrale di un costante rafforzamento della trasparenza ed efficienza del mercato delle valutazioni immobiliari, le nuove Linee Guida sono state presentate oggi a Roma nel corso del convegno Abi “Credito al Credito 2018” e sono il risultato della elaborazione realizzata da Abi con Tecnoborsa, gli Ordini e i Collegi Professionali (Geometri e Geometri laureati, Ingegneri, Agrotecnici e Agrotecnici laureati, Architetti, Paesaggisti, Pianificatori, Conservatori, Dottori Agronomi e Dottori forestali, Periti industriali e Periti industriali laureati, Periti Agrari e Periti Agrari laureati) e Assovib (Associazione delle società di valutazione immobiliare), con l’aggiuntivo supporto, per questa edizione, anche di Assoimmobiliare, Rics, Tegova, Fiabci e Isivi.

Le Linee Guida sono focalizzate principalmente sulla quantificazione del «valore di mercato» e ai fini della stima, per valori diversi dal valore di mercato (valore di credito ipotecario, valore di vendita forzata, valore di trasformazione, valore assicurabile, valore di investimento, ecc.), si rimanda al Codice delle Valutazioni Immobiliari – Italian Property Valuation Standard (2018), pubblicato da Tecnoborsa, di cui le Linee Guida costituiscono una parte complementare.

Alla firma del Protocollo di presentazione è intervenuto il Presidente di Tecnoborsa, Valter Giammaria e alla presentazione delle Linee Guida è intervenuto in qualità di relatore Giampiero Bambagioni, che per Tecnoborsa ha contribuito alla stesura delle medesime.

Si perfeziona ulteriormente il processo di revisione delle Linee Guida attraverso un’opera di ampia collaborazione tra gli operatori consapevoli della “centralità” delle valutazioni immobiliari per la tenuta della stabilità economica e finanziaria del settore creditizio.

Ecco dunque un insieme di principi guida e requisiti ai quali potranno far riferimento i periti per una sempre più precisa attività di stima del valore di mercato degli immobili che saranno posti a garanzia dell’erogazione dei mutui.

Valore di mercato, codice di condotta dei Periti, procedure e metodi di valutazione, metodo del confronto di mercato, metodo finanziario, metodo dei costi, valutazioni di Asset speciali, efficientamento energetico: questi e molti altri i principi che consentiranno di eseguire valutazioni degli immobili secondo parametri di massima chiarezza e trasparenza, mirando a valorizzare la garanzia immobiliare con un impatto positivo anche in termini di efficienza nel recupero del credito erogato, favorendo la massimizzazione del valore del residuo patrimonio eventualmente destinato al debitore.