Nel 2017, Air Liquide ha finalizzato diversi nuovi contratti a lungo termine con importanti produttori di elettronica in Cina, oltre che in Giappone e a Singapore. Air Liquide investirà oltre 150 milioni di euro nella regione per fornire gas vettori ultrapuri ai nuovi impianti dei suoi clienti che producono circuiti integrati,

memorie, sensori di immagini e display a schermo piatto per l'elettronica di consumo ed i dispositivi mobili.

I gas vettori come l'azoto ultra-puro sono essenziali nell'industria high tech dei semiconduttori. Questi gas vengono usati direttamente nei processi di produzione dei chip e dei display, oltre che per mantenere un'atmosfera ultrapulita per proteggere gli strumenti di produzione. Air Liquide investirà in nuovi sistemi onsite ad altissima efficienza per la produzione di azoto con purezza ultra-elevata, che rappresentano una capacità totale di 170.000 Nm3/ora.

 

Inoltre, la domanda di materiali avanzati forniti da Air Liquide ha continuato a crescere nella regione Asia-Pacifico, in particolare in Cina, Corea del Sud e Giappone. I materiali avanzati vengono utilizzati nei primi strati dei nano-transistor che rappresentano l'elemento fondamentale dei processori e delle memorie presenti nell'elettronica di consumo e nei dispositivi mobili.