CCIR

Il polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, SACE SIMEST, e Gruppo Ansaldo Energia hanno firmato un accordo a sostegno di 100 PMI fornitrici del gruppo attivo nel settore energetico che potranno ottimizzare i propri flussi di cassa legati alle forniture e avvalersi degli

strumenti assicurativo-finanziari e dei professionisti di SACE SIMEST per rafforzare la propria competitività in Italia e all’estero.

I servizi offerti dal Polo dell’export e dell’internazionalizzazione saranno presentati ai fornitori della società nel corso di un evento congiunto che si terrà a marzo presso la sede genovese di Ansaldo Energia. Nell’ambito dell’accordo le aziende potranno ottenere garanzie sui finanziamenti bancari correlati a esigenze di capitale circolante e di investimenti, usufruire dei servizi di factoring, proteggere il proprio fatturato dal rischio di mancato pagamento, recuperare i crediti insoluti in tutto il mondo, ottenere le garanzie necessarie per l’esecuzione di nuovi contratti di fornitura.

 «L’accordo è strategico perché ci permette di continuare ad affiancare una grande azienda italiana come Ansaldo Energia, ma anche di rafforzare la competitività dei suoi fornitori a livello nazionale e globale attraverso le nostre risorse e i nostri strumenti – ha dichiarato Simonetta Acri, Chief Sales Officer di SACE –. Un’intesa che conferma il nostro impegno nel supportare tanto i grandi gruppi industriali quanto le piccole e medie imprese, espressione di un’eccellente imprenditoria che ha bisogno di soluzioni e consulenza per affrontare i mercati globali che diventano ogni giorno più complessi».

«La cooperazione che da anni contraddistingue il rapporto tra le due società ha consentito ad Ansaldo Energia di operare sui mercati internazionali con l’adeguata copertura del “sistema paese”», ha commentato Giuseppe Zampini, Presidente del Gruppo Ansaldo Energia.

 

L’intesa, firmata dai due manager, rafforza una partnership di lungo periodo con l’azienda che negli ultimi 5 anni ha consentito di finanziare 700 milioni di euro per progetti in Cina, Egitto e Indonesia assegnati ad Ansaldo Energia e di finalizzare un importante accordo di reverse factoring. Inoltre SIMEST - dopo aver sostenuto lo sviluppo estero dell’azienda attraverso numerose operazioni di export credit - lo scorso novembre è entrata nel capitale di Ansaldo Energia Switzerland con una quota dell’11%, a supporto del piano di investimenti in ricerca e sviluppo.