I vetri di copertura degli scanner non devono solo proteggere le sorgenti di luce e gli specchi all’interno del dispositivo. Devono anche garantire una rapida e corretta acquisizione dati per un lungo periodo di tempo. L’azienda CeramTec in collaborazione con il produttore di scanner DESKO è

riuscita a sviluppare un’alternativa più robusta ai tradizionali vetri di copertura. I vetri dello scanner di DESKO sono equipaggiati con la ceramica trasparente PERLUCOR, un materiale che resiste senza compromessi alle sollecitazioni meccaniche ed agli agenti chimici.

Oggi non è più possibile immaginare un mondo senza scanner. Acquisiscono i dati in maniera più rapida e più affidabile di quanto potrebbe fare l’uomo. Per questo motivo sono diventati strumenti di lavoro essenziali negli aeroporti, per i controlli di accesso e di sicurezza oppure per l’acquisizione degli articoli nei punti vendita. Più è elevata la frequenza di utilizzo di uno scanner, maggiore è l’importanza di usare vetri di copertura che siano robusti e resistenti a tutti gli agenti esterni. La resistenza ai graffi ed alla rottura nonché il più elevato grado di trasparenza possibile garantiscono scannerizzazioni di elevato livello qualitativo. Di conseguenza il materiale utilizzato ha un ruolo essenziale.

Sollecitazioni meccaniche ed agenti chimici che influenzano la scannerizzazione.  Gli scanner di documenti, impronte digitali o codici a barre per le casse sono quasi sempre utilizzati in aree molto frequentate. Prendiamo l’esempio degli aeroporti: la gestione del check-in e del boarding deve funzionare in maniera veloce ed affidabile, ventiquattro ore su ventiquattro. Con il numero dei passeggeri gestiti crescono anche i requisiti di affidabilità degli scanner. Nell’aeroporto più grande della Germania, a Francoforte sul Meno, ogni anno vengono scannerizzati i dati di 60,8 milioni di passeggeri, mentre nell’aeroporto più grande a livello mondiale, ad Atlanta/USA, questi numeri ammontano addirittura a 104 milioni di passeggeri all’anno.

Se le boarding card o i documenti di identità non vengono riconosciuti alla perfezione, si creano ritardi su tutto il processo di gestione con inevitabili effetti di caos in considerazione dei numeri di passeggeri di cui sopra.

Di conseguenza i vetri di copertura degli scanner devono essere in grado di resistere ad elevate sollecitazioni meccaniche, visto che i documenti di identificazione vengono fatti passare sopra il vetro centinaia di volte ogni giorno. In questa maniera i vetri tradizionali possono essere rapidamente graffiati, ad esempio dal diossido di titanio dalle elevate caratteristiche abrasive contenuto nella carta. Inoltre le coperture devono anche essere resistenti agli agenti chimici. Ed infine il processo di scannerizzazione è anche influenzato dal grado di trasparenza. Ad esempio durante l’acquisizione delle immagini abitualmente utilizzata ai controlli delle frontiere, le immagini di ispezione del passaporto vengono rilevate sotto diverse sorgenti di luce per la verifica delle caratteristiche di sicurezza contenute. Materiali meno trasparenti hanno effetti negativi sulla velocità della lettura ed influenzano negativamente la qualità della scannerizzazione. In questa maniera si rischia la non affidabilità del risultato finale.

Scannerizzare costantemente con rapidità e senza errori grazie a PERLUCOR.  Insieme a DESKO, un rinomato produttore di scanner in Germania, CeramTec ha messo a punto una soluzione robusta per la protezione dei vetri di copertura. Sul vetro viene applicato un laminato della trasparente ceramica dalle elevate prestazioni PERLUCOR. Grazie alla trasparenza relativa superiore al 90 percento l’acquisizione dei dati da scannerizzare è garantita senza compromessi. Questo materiale ha un grado di durezza e resistenza da tre a quattro volte superiore a quello del vetro. I valori della durezza di Mohs sono tra 8 e 9, valori che vengono superati soltanto dal diamante o dal rubino. Con le sue eccellenti caratteristiche di durezza e resistenza, PERLUCOR protegge gli scanner in maniera duratura contro le sollecitazioni meccaniche o addirittura contro atti di vandalismo. La ceramica trasparente è resistente agli acidi ed alle liscivie industriali, a prescindere dalla concentrazione, dalla temperatura e dalla durata dell’esposizione. Pertanto i pannelli trasparenti ed i vetri realizzati in o laminati con PERLUCOR sono protetti dall’opacizzazione perfino nelle aree molto frequentate.