Astaldi, in consorzio con l'impresa messicana di costruzioni ProcMina, ha vinto un'importante gara, per un importo di 295 milioni di euro, relativa alla costruzione del nuovo aeroporto internazionale di Citta' del Messico: si tratta del centro intermodale per il trasporto terrestre, l'edificio che

colleghera' il terminal passeggeri ai servizi di mobilita' e trasporto pubblico per gli utenti e il personale dell'aeroporto.

In particolare, la costruzione prevede lo sviluppo di un complesso su quattro livelli per un'area totale di 81.640 mq, che ospitera' garage, autobus, metropolitana, noleggio auto e aree commerciali. Si tratta di una delle gare principali di questo progetto, il cui costo complessivo e' stimato attorno ai 13 miliardi di dollari e la cui realizzazione dovrebbe essere completata entro la fine del 2020. Una volta terminato, il nuovo aeroporto diventera' il secondo al mondo per numero di passeggeri: 70 milioni l'anno in una prima fase per arrivare successivamente a 120 milioni.   (Farnesina)