CCIR

ATB Riva Calzoni è stata scelta da BC Hydro, società pubblica canadese del settore energetico, per la fornitura di tutti i componenti idromeccanici di Site C, un grande impianto idroelettrico da 1100 megawatt attualmente in costruzione a Fort St John, sulle rive del Peace River, British Columbia.

L’accordo è stato concretizzato grazie all’intervento degli istituti bancari UniCredit e Deutsche Bank che hanno supportato l’acquisizione della commessa, con il contributo di Sace (Gruppo CDP). “Una collaborazione fondamentale - sottolinea Carlo Scolari, CFO di Fintro Group, controllante di ATB Riva Calzoni - per poter soddisfare requisiti di gara impegnativi”. Il valore del contratto è di 68 milioni di dollari canadesi.

L’azienda bresciana si occuperà dell’ingegneria delle parti idromeccaniche e della loro fabbricazione, dal trasporto in cantiere fino alla supervisione nella fase finale di installazione e messa in servizio. ATB Riva Calzoni si è strutturata localmente per affrontare al meglio ogni step operativo: la subsidiary ATB Riva Calzoni Hydro Canada Inc, con sede a Vancouver, avrà il compito di seguire passo passo il progetto.

 “Questa prima aggiudicazione è il frutto di un lungo percorso sul quale abbiamo voluto investire con convinzione – spiega Enrico Camparada, direttore commerciale Large Hydro di ATB Riva Calzoni - L’accordo con BC Hydro è un primo, straordinario traguardo che siamo molto orgogliosi di aver raggiunto e che ci permetterà di espandere la nostra attività sull’area nord americana”.

Le prime consegne dei componenti, che verranno costruiti principalmente nel workshop ATB Riva Calzoni di Roncadelle, sono state schedulate per la fine del 2018, ma la gran parte delle forniture partirà tra il 2019 e il 2020. Inoltre, per tutto il biennio 2022 - 2023, ATB RC dovrà provvedere alla supervisione dell’installazione e della messa in servizio degli equipment idromeccanici.

Durante le fasi di progettazione, in collaborazione con l’Università di Losanna, verranno eseguite delle prove di laboratorio su un modello in scala che serviranno a verificare il corretto funzionamento delle principali apparecchiature e ad analizzarne il comportamento dinamico.

L’impianto produrrà circa 5.100 gigawatt ora di energia elettrica ogni anno. Un quantitativo sufficiente ad alimentare 450mila abitazioni all’anno. La realizzazione dell’opera è proiettata sullo scenario futuro pronosticato dall’ente pubblico canadese che prevede per i prossimi vent’anni un incremento del fabbisogno locale di energia elettrica del 40%. Impennata che corrisponderà a un aumento della popolazione e all’espansione economica della parte nord est della British Columbia. I lavori programmati da BC Hydro si concluderanno entro il 2024.