Sono grandi abbastanza da contenere anche un letto e si aprono digitando un codice inviato sul telefono. Gli IKEA Locker sono i nuovi armadietti blu che i milanesi trovano all’esterno dei tre negozi attorno al capoluogo lombardo, una soluzione h 24 che

funziona come punto di ritiro self service per gli acquisti fatti online.

È così che il Gruppo IKEA, con i suoi 340 negozi in 28 paesi, ha scelto Carugate, Corsico e San Giuliano Milanese per sperimentare il servizio che promette di semplificare e di gestire in piena autonomia gli acquisti. Una volta selezionati i prodotti sul sito ikea.it, è sufficiente spuntare il Locker nel negozio più vicino attraverso il servizio ‘Clicca e ritira’. L’acquisto potrà essere prelevato il giorno stesso per gli ordini effettuati entro le 16, a partire da 4 ore lavorative successive o nei sei giorni seguenti, usando il codice univoco di apertura arrivato via SMS.

“I nostri clienti oltre alla convenienza cercano soprattutto la rapidità e diventa fondamentale la sinergia tra e-commerce e store, per rispondere alle rinnovate esigenze del mercato - spiega Nicolas Gonzales, Multichannel Rollout Manager IKEA Italia -. Sono sicuro che i milanesi familiarizzeranno molto velocemente con i Locker. Semplificare il più possibile la vita delle persone: con questo obiettivo abbiamo implementato questo progetto”.

Il ruolo guida di Milano nei nuovi stili di vita è confermato anche dalla ricerca condotta ogni anno da IKEA in 22 Paesi, il Life at Home Report, che indaga il rapporto delle persone con la loro casa. Nel 2017 il report ha approfondito il tema della propensione al cambiamento. In questo i milanesi si sono dimostrati, in Italia, tra i più aperti, attestandosi come i più “innovativi” (25% degli intervistati) e “creativi” (32%).

“Abbiamo scelto l’Italia come Paese pilota, ed in particolare Milano, in quanto il capoluogo lombardo è da sempre attento all’innovazione e precursore dei tempi”, aggiunge Gonzales.

Nel suo insieme, in Italia il settore dell’e-commerce quest’anno raggiungerà i 27 miliardi di euro con una crescita del 15%. Secondo le stime dell’Osservatorio del Politecnico, la sola Milano rappresenterà tra il 10 e il 15% dei 230 milioni di spedizioni che saranno effettuate in tutta Italia nel 2018.