CCIR

Formarsi per non fermarsi NCS Colour Centre Italia presenta la nuova offerta formativa per aziende, punti vendita, architetti Un’offerta ampia, che asseconda le esigenze del mercato, dei professionisti e delle aziende. E’ quanto ha presentato

NCS Colour Centre Italia in fatto di corsi di formazione per il nuovo anno.

Rivolti ad aziende, punti vendita e architetti, il piano formativo si avvale della collaborazione di numerosi professionisti che hanno presentato i loro ambiti di competenza in qualità di docenti dei corsi: Arch. Andrea Cacaci: luce Ing. Marcello Melis: colorimetria Arch. Cristina Polli: percezione del colore Dott.ssa Jessica Saccani: medico ortottista Arch. Gianluca Sgalippa: architettura e design Dott. Luca Talamonti: comunicazione “Da quando abbiamo iniziato a proporre i nostri corsi di formazione siamo stati chiamati in tutta Italia con sempre maggior frequenza, perché i nostri docenti possiedono attestati che in pochi hanno, come la certificazione di NCS Colour Academy svedese, che si occupa di corsi di formazione sul colore da 75 anni ” dice Nadya Bonotto, amministratore unico di NCS CC Italia “Prima ci siamo rivolti agli studenti, poi alle aziende e agli architetti: dal 2015 siamo organizzatori di eventi formativi accreditati dal Consiglio Nazionale Architetti (CNAPPC) e i nostri corsi permettono di ricevere i crediti formativi richiesti dall’Ordine”. Tra poche settimane partiranno i primi corsi di formazione del 2019: per i rivenditori (20 febbraio “Costruire il proprio brand”) e per gli Architetti (28 febbraio “Cultura del colore e della luce”).

Le attività per aziende o scuole e accademie sono a richiesta (proprio perché mirate ad assecondare le specifiche esigenze) e oltre agli aspetti più tecnici (colorimetria, progettazione e percezione del colore anche in ambito tessile…) si estendono fino al public speaking e alle tecniche di vendita. “Investire nella formazione di qualità è, oggi più che mai, fondamentale per emergere” conclude Nadya Bonotto “Formarsi per non fermarsi è necessario per stare al passo coi tempi e, se possibile, essere più veloci dei propri competitor”.