Commercio (26%), manifatturiero (22%) ed agricoltura (16%) sono i principali settori a cui sono stati destinati gli oltre 200 milioni di euro tra nuovi prestiti e leasing erogati da Credem nel primo trimestre 2018 alle piccole imprese clienti. A livello geografico, alle

piccole imprese del Mezzogiorno è stato destinato oltre il 30% dei finanziamenti, alle imprese dell’Emilia Romagna più del 20%, a quelle del Nord Ovest il 16% circa, mentre alle imprese del Nord Est è stato erogato il 15% circa ed altrettanto a quelle del Centro Italia. Tali finanziamenti si aggiungono ai 570 milioni di euro erogati nel 2017 dall’istituto, tra i più solidi in Italia con a fine marzo 2018 un CET1 Ratio a 13,63% oltre sei punti percentuali superiore al livello minimo assegnato da BCE e con un con una qualità dell’attivo tra le più elevate del sistema (rapporto crediti problematici lordi su impieghi lordi a 5,3%, rispetto a 11,1% medio delle banche italiane).

Le piccole imprese continueranno anche nei prossimi mesi ad essere uno dei target principali di Credem, che ha l’obiettivo di raggiungere complessivamente, entro fine 2018, 3 mila nuove piccole imprese clienti e 800 milioni di euro tra nuovi prestiti e leasing. Tali numeri saranno realizzati anche grazie alla nuova struttura dedicata esclusivamente alle piccole imprese creata nel 2017 ed organizzata con 60 centri dedicati alle piccole imprese e 500 professionisti di cui 150 esclusivamente dedicati allo sviluppo di tale segmento.

Anche nel 2018 Credem punta, attraverso i finanziamenti assistiti da garanzie per finanziare i progetti di innovazione e di internazionalizzazione, a favorire l’accesso al credito delle piccole imprese. In particolare, sono stati stipulati accordi con il Fondo Europeo per gli Investimenti e con Sace oltre alle agevolazioni per i finanziamenti leasing per superammortamento ed iperammortamento previste dalla legge Sabatini.