Confindustria Belluno Dolomiti e Intesa Sanpaolo hanno siglato un accordo di collaborazione dedicato alla crescita delle imprese bellunesi in termini di competitività ed evoluzione tecnologica e digitale. L’accordo, che rientra nella collaborazione pluriennale tra Confindustria Piccola Industria e Intesa Sanpaolo,

è stato firmato da Luca Barbini, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti e Renzo Simonato, direttore regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige di Intesa Sanpaolo, e prevede quattro specifici ambiti di intervento:

Impresa 4.0. Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle imprese associate a Confindustria Belluno Dolomiti una serie di servizi strategici e di competenze professionali volti a migliorare livello di competitività e promuovere un nuovo modo di fare impresa. Più in dettaglio fornisce supporto finanziario alle imprese che non dispongono della liquidità immediata per l’investimento, ma che intendono sfruttare i benefici fiscali e offre soluzioni finanziarie su misura per sostenere i piani di investimenti Industria 4.0.

Nuovo modello di rating. Intesa Sanpaolo, grazie anche alla collaborazione di Confindustria, ha introdotto un nuovo modello di rating, con il quale vengono valorizzate componenti di valutazione delle imprese legate a fattori immateriali e intangibili che meglio consentono di individuare gli elementi prospettici di sviluppo: dai brevetti alle certificazioni di qualità, dalla ricerca e innovazione all’appartenenza ad una filiera, dall’attenzione al capitale umano alla gestione del rischio d’impresa.

Programma Sviluppo Filiere. Il programma Sviluppo Filiere di Intesa Sanpaolo consente a imprese “Capofiliera” di certificare i propri fornitori di eccellenza, migliorandone la loro valutazione creditizia, così da accelerare e mettere in sinergia gli investimenti in innovazione lungo tutta la filiera anche con l’obiettivo di prevedere un ampliamento dei potenziali beneficiari.

Turismo e accoglienza. Il Bellunese attraverso lo straordinario paesaggio naturalistico dolomitico unito alla tradizionale accoglienza e alle eccellenze eno-gastronomiche fa del turismo uno dei driver di crescita e sviluppo del territorio. Al fine di consolidare e favorire lo sviluppo economico del potenziale turistico nella sua accezione più ampia (accoglienza, strutture e impianti sciistici, cultura, enogastronomia, artigianato, ecc.), la Banca metterà a disposizione l’ampia serie di opportunità appositamente dedicate al turismo tra cui la piattaforma “Destination Gusto” per ampliare l’attività commerciale tramite le vendite on-line. Verranno in particolare valutate e accompagnate con attenzione tutte le iniziative che avranno per obiettivo la valorizzazione del territorio e delle sue specificità in ottica anche di un turismo eco-sostenibile. La Banca si avvarrà di modelli di analisi dei progetti alberghieri fondati su logiche industriali e metterà a disposizione una offerta specifica di servizi e finanziamenti legati anche alle esigenze di stagionalità e le tipicità delle forme di incasso.

Inoltre Intesa Sanpaolo metterà a disposizione delle imprese associate a Confindustria Belluno Dolomiti una gamma di soluzioni finanziare per supportare nel modo più adeguato gli investimenti in piattaforme di interazione con le startup, in iniziative per l’internazionalizzazione - attraverso la rete estera della Banca che conta una presenza consolidata in 40 Paesi, accordi di collaborazione con altre Banche in altre 85 Paesi e rapporti di corrispondenza con oltre 4.000 banche -, in progetti formativi e di alternanza scuola-lavoro.

Infine le imprese potranno contare su iniziative di finanza d’impresa per accedere al mercato dei capitali e crescere anche per via esterna, con il supporto delle strutture specializzare in alta consulenza strategia di Intesa Sanpaolo.