CCIR

Le imprese clienti della Banca Popolare S. Angelo che già operano o che si vogliono lanciare sui mercati esteri hanno ora a disposizione il supporto di un grande network finanziario internazionale. Infatti, l’A.d. della S. Angelo, Ines Curella, ha sottoscritto

un Accordo di Collaborazione con Mario Sabato, Direttore Generale di Banca UBAE, una Banca a capitale misto italo-arabo, partecipata da importanti banche (Libyan Foreign Bank di Tripoli, UniCredit, Banque Centrale Populaire e Banque Marocaine du Commerce Extérieur di Casablanca, Intesa Sanpaolo) e da grandi imprese italiane: Sansedoni Siena (Fondazione Monte dei Paschi di Siena), Eni e Telecom Italia.

Banca UBAE, con oltre 45 anni di esperienza, incrementa le relazioni finanziarie, commerciali, industriali ed economiche delle imprese italiane ed europee con i mercati internazionali, in particolar modo nei 50 Paesi delle proprie aree di riferimento, cioè Africa del Nord e Sub-Sahariana, Medio Oriente, Sub Continente Indiano ed alcuni Paesi dell’Est Europeo. Banca UBAE si avvale del supporto di 500 banche corrispondenti.

Con questo accordo, Banca UBAE mette a disposizione della clientela della Banca Popolare S. Angelo linee di credito, concesse a primarie banche corrispondenti estere, utilizzabili per la conferma di lettere di credito export con pagamento a vista o differito, ovvero per l’assistenza qualificata nell’emissione di garanzie contrattuali per gare d’appalto all’estero e/o commesse acquisite.

In altre parole, UBAE garantisce alla clientela della Banca Popolare S. Angelo il pagamento delle lettere di credito, nei termini e condizioni previste dalle singole lettere di credito, ed è disponibile, su richiesta della Banca Popolare S. Angelo, ad emettere le relative garanzie contrattuali nell’interesse delle singole aziende clienti di quest’ultima.

Infine, per le lettere di credito che prevedono il pagamento differito, Banca UBAE è disponibile ad esaminare la richiesta di sconto dei singoli impegni emessi a fronte degli utilizzi della richiamata lettera di credito.

Con l’intento di promuovere sempre più l’internazionalizzazione delle aziende italiane, i due Istituti Bancari valuteranno la possibilità di organizzare, a beneficio della propria clientela, seminari e convegni informativi sulle opportunità di business emergenti all’estero.