B. Braun e Royal Philips hanno annunciato un’alleanza strategica pluriennale che nasce con l’obiettivo di innovare il settore dell’anestesia locoregionale ecoguidata e gli accessi vascolari. Facendo leva sulla combinazione di forti competenze cliniche e capacità nella R&S, così come in ambito

commerciale e distributivo, B. Braun e Philips stanno sviluppando e commercializzando congiuntamente soluzioni per supportare gli anestesisti e gli ospedali nelle aree critiche dell’anestesia locoregionale. Si tratta di soluzioni finalizzate a migliorare la visualizzazione e la guida dell’ago nonché a ottimizzare il flusso di lavoro e migliorare la pianificazione delle risorse. La partnership si focalizzerà anche sulle procedure di accesso vascolare, come quelle usate per l’inserimento dei cateteri venosi centrali.

La piattaforma su cui verrà innestata ogni futura innovazione è il nuovo Xperius Ultrasound System, ecografo ad ultrasuoni disponibile sia su carrello sia in versione tablet ultra-portatile. Progettato sulla base degli input di esperti clinici, Xperius è pensato in modo specifico per l’utilizzo in anestesia locoregionale nel point of care. Il sistema offre un’interfaccia intuitiva e una eccezionale qualità dell’immagine per un inserimento sicuro e preciso dell’ago. Inoltre, presenta caratteristiche ergonomiche, grazie alla presenza di un agile carrello, dotato di esclusivo braccio articolato che permette di ruotare lo schermo a 360°.

Xperius completa l’esclusiva offerta di B. Braun nel campo dell’anestesia locoregionale, che include le nuove linee di prodotti per l’anestesia regionale periferica Stimuplex® Ultra 360 e Contiplex Ultra 360, oltre al dispositivo di controllo della pressione di infusione BsmartTM.

B. Braun si posiziona così come l'unica azienda in grado di fornire gli strumenti necessari - apparecchiature e dispositivi monouso - per eseguire una procedura sicura, efficace e in linea con i requisiti e le raccomandazioni delle società scientifiche.

Xperius è stato anche specificamente progettato per supportare le future innovazioni sviluppate dall’alleanza per la visualizzazione e il tracciamento dell’ago. Le due aziende forniranno la formazione, il training, i servizi e l’assistenza per assicurare agli anestesisti e ai professionisti della Sanità di ottenere i maggiori benefici da Xperius.

 

L’anestesia locoregionale o analgesia comporta l’iniezione di anestetico in prossimità di un nervo nell’area del corpo dove avviene l’intervento chirurgico e può presentare vantaggi significativi rispetto all’anestesia generale sia per il paziente sia per l’ospedale. I pazienti sottoposti ad anestesia locale tipicamente assumono meno oppiodi e risentono di minori effetti collaterali, come la nausea. Inoltre, può portare a un recupero post operatorio più rapido, un ritorno più veloce alla deambulazione e ad una minore degenza ospedaliera. Tuttavia, l’anestesia locale - specialmente dei nervi periferici - non è una manovra semplice da eseguire. Massimizzare l’efficacia dell’anestetico e prevenire danni al nervo o altre strutture tessutali sono aspetti che dipendono dall’accuratezza del posizionamento dell’ago o del catetere. Per questo, è importante sviluppare delle innovazioni in grado di migliorare la sicurezza, l’efficacia e l’efficienza delle procedure di anestesia locoregionale.