DiaSorin e QIAGEN N.V. hanno lanciato sul mercato europeo del nuovo test LIAISON QuantiFERON-TB Gold Plus a supporto della diagnosi della tubercolosi latente disponibile sulla famiglia di analizzatori LIAISON.

Il nuovo test, frutto della collaborazione tra DiaSorin e QIAGEN, contribuirà ad accelerare la conversione del mercato globale dei test diagnostici per la tubercolosi latente al più moderno test QuantiFERON, basato sull’analisi del campione di sangue.

La tubercolosi latente colpisce circa un terzo della popolazione mondiale e nel 5-10% dei casi , se non trattata adeguatamente, si trasforma in tubercolosi attiva, causando circa 1,7 milioni di decessi all’anno e posizionandosi tra le prime dieci cause di morte nel mondo.

La tubercolosi è un’infezione batterica contagiosa diffusa principalmente attraverso la tosse da parte dei pazienti affetti da forme di malattia polmonare attiva. Nel caso della tubercolosi latente, il batterio una volta infettata una persona, non produce sintomi sino a quando non progredisce verso lo stato attivo della malattia, rendendo il paziente altamente contagioso. Al fine di eradicare la tubercolosi, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e altre organizzazioni internazionali hanno ampliato le loro linee guida per lo screening di individui ad alto rischio e per il trattamento di quelli con infezione latente con l’obiettivo di prevenire l’evoluzione da infezione latente a malattia tubercolare attiva e quindi ridurne l’incidenza e i conseguenti rischi di contagio.

La tubercolosi latente viene attualmente diagnosticata con un test cutaneo oppure tramite un’analisi del sangue. Quest’ultima comporta due fasi: (1) raccolta del sangue e stimolazione della risposta immunitaria dei linfociti T, eseguita all’interno delle provette di raccolta del sangue (Collection Tubes) QuantiFERON e (2) successiva misurazione dell’interferone gamma prodotto dai linfociti T attraverso un test immunodiagnostico, ad oggi effettuato con i componenti di lettura QuantiFERON sviluppati su tecnologia ELISA.

Il nuovo test LIAISON QuantiFERON-TB Gold Plus permetterà ai laboratori europei di usufruire del primo ed unico test su tecnologia CLIA disponibile sulle piattaforme LIAISON in grado di semplificare ed accelerare la seconda fase del processo di diagnosi della tubercolosi latente, fornendo una risposta efficace alla crescente richiesta di volumi.

Il test sarà disponibile sul mercato americano nel 2019 e su quello cinese nel 2020 e permetterà ai clienti di entrambe le società di usufruire del QuantiFERON-TB Gold Plus, il test più avanzato per l’identificazione della tubercolosi latente, sulle piattaforme della famiglia LIAISON.  Le piattaforme LIAISON, installate principalmente nei laboratori ospedalieri di tutto il mondo, sono più di 7.000.

DiaSorin e QIAGEN, attraverso la partnership sulla tecnologia QuantiFERON, si pongono l’obiettivo di favorire la conversione dal test cutaneo a quello completamente automatizzato su campioni di sangue, fornendo ai laboratori la possibilità di gestire il processo diagnostico attraverso una soluzione completamente integrata, veloce e affidabile.

I clienti continueranno ad acquistare da QIAGEN il kit dei tubi di raccolta del sangue QuantiFERON, mentre DiaSorin sarà responsabile della commercializzazione dei componenti di lettura del test QuantiFERON, sfruttando un software dedicato sviluppato per consentire la completa tracciabilità, la gestione dei risultati e la piena integrazione con le soluzioni informatiche oggi disponibili nella maggior parte dei laboratori diagnostici.

La fruttuosa collaborazione tra DiaSorin e QIAGEN avviata nel 2017 per lo sviluppo di nuovi test basati sulla tecnologia QuantiFERON dei test QIAGEN e disponibili sulla famiglia di analizzatori LIAISON, ha portato entrambe le società a valutare la possibilità di estendere la collaborazione allo studio di nuove aree di utilizzo della tecnologia QuantiFERON, l’unica in grado di offrire una soluzione diagnostica efficiente per la rilevazione di infezioni asintomatiche e di problematiche impossibili da investigare con tecnologie diagnostiche standard.