Gli italiani cominciarono ad arrivare in Argentina già dalla seconda metà del XVIII secolo e a cavallo tra il 1876 e il 1976, secondo le stime, partirono dal nostro paese circa 3 milioni di persone. Il viaggio di allora, prevalentemente affrontato in mare,  era difficile, disagiato e lungo settimane, ma nel

corso di oltre un secolo ha contribuito a far si che gli argentini di origine italiana oggi rappresentino il primo gruppo etnico del grande paese sudamericano. Tra allora e oggi molte cose sono cambiate, ma il legame tra i due paesi, non solo non è mutato e grazie al notevole progresso raggiunto dai mezzi di trasporto, si è sempre più consolidato con offerte che oggi consentono di avvicinare notevolmente e, come mai accaduto in precedenza, i due paesi. Tutto questo grazie alle Aerolíneas Argentinas, una delle principali compagnie del Sudamerica, che fondata nel 1950, vola verso 24 destinazioni internazionali nelle Americhe ed in Europa. Lo scorso 7 luglio si è chiusa un’epoca ed è iniziata una nuova grande era per i collegamenti con  l’Argentina, una destinazione ormai molto frequentata dai nostri connazionali. Aerolíneas Argentinas ha inaugurato con una cerimonia ufficiale le partenze   giornaliere tra l’aeroporto di Roma Fiumicino e l’aeroporto di Buenos Aires Ezeiza. Il taglio del nastro ha avuto luogo alla presenza dell’alta Direzione della Compagnia presso il Gate E11 del nuovo molo E dell’aeroporto di Roma Fiumicino. 

La rotta Roma - Buenos Aires - Roma sarà operata con i nuovi aeromobili Airbus 330-200, con capacità di 265 passeggeri, distribuiti in 2 Cabine, 22 posti  in classe Business “Club Cóndor” e 243 in classe Economy. Gli Airbus A330-200 sono dotati del nuovo sistema di intrattenimento di bordo Bravo!, con più di 40 film recentemente usciti nelle sale ed oltre 400 episodi delle principali serie TV, disponibili in lingua italiana e con schermi ad alta definizione sia in classe Club Cóndor che in classe turistica. L’interno delle cabine è illuminato dal sistema “Mood Lighting” a LED variabili, che permette di creare ambientazione diversa per ogni fase del volo attraverso la modulazione delle luci. I nuovi aeromobili sono equipaggiati con motori General Electric (CF6-80E1A4/B) con una potenza di 72.000 libbre di spinta, con un’autonomia maggiorata quindi, che consentono di collegare l’Europa e l’Argentina in pieno comfort, grazie anche al nuovo allestimento concepito appositamente per le rotte specifiche. Inoltre, i voli saranno notturni in entrambi i sensi di percorrenza, assicurando una migliore esperienza di viaggio ai passeggeri ed ottime coincidenze sia in partenza che in arrivo.

 “Siamo entusiasti di poter ampliare la nostra offerta da e per l’Italia, ha dichiarato  Guillermo Rudaeff, Direttore Generale per l’Europa della Compagnia, un mercato nel quale la nostra Compagnia ha una storia importante e nei confronti del quale abbiamo una forte vocazione, rafforzandola ora con l’aumento delle operazioni con gli aeromobili più moderni della nostra flotta”.

 Da parte sua Claudio Neri, Direttore Commerciale di Aerolíneas Argentinas in Italia ha sottolineato come “è per me ed il mio staff una grande soddisfazione poter annunciare l’avvio dell’operativo giornaliero con un nuovo aeromobile dedicato alla rotta, che ci consente di avvicinare ancor più Italia e Argentina, destinazione quest’ultima tanto apprezzata dai turisti italiani e da chi viaggia per motivi di lavoro. Ora sarà più facile scoprire le bellezze naturali che offre tutto il Sudamerica ed in particolare l’Argentina e poter viaggiare da un capo all’altro dell’Atlantico in piena libertà e con tutta la comodità delle cabine Aerolíneas Argentinas”.

 

I passeggeri di Aerolíneas Argentinas  potranno beneficiare di coincidenze agili ed immediate nel rinnovato Hub dell’Aeroporto Internazionale di Ezeiza a Buenos Aires, potendo continuare il proprio viaggio verso tutte le destinazioni turistiche argentine e proseguire, se lo desiderano, ad esempio per Santiago del Cile, Montevideo e Asunción per citarne alcune, senza dover cambiare aeroporto. Praticamente tutto quanto è possibile per consentire ai viaggiatori delle Aerolineas di sentirsi a proprio agio con il massimo dell’assistenza ed efficienza. Ricordiamo senza nostalgia, ma con rispetto di tanti italiani, le parole di Marco, giovane protagonista del racconto di De Amicis, Dagli Appennini alle Ande,  “E il viaggio non finiva mai: mare e cielo, cielo e mare, oggi come ieri, domani come oggi, ancora, sempre, eternamente.