CCIR

Il Sudafrica è conosciuto per il suo carattere cosmopolita frutto delle diverse etnie e culture che qui si incontrano. Un luogo di integrazione e contaminazione, in cui design, arte, cultura e nuove tendenze si sviluppano ed evolvono senza mai fermarsi. Cape Town, Durban, Johannesburg e Pretoria sono veri

e propri incubatori di nuovi talenti e designer, in cui la vibrante atmosfera attira sempre più visitatori da tutto il mondo.  

Nominata World Design Capital nel 2014, Cape Town resta la città dal sapore creativo per eccellenza del Sudafrica. La recente nonché attesa apertura del Museo Zeitz di Arte Contemporanea Sudafricana (MOCAA) è già un punto di riferimento per gli appassionati di arte con 80 gallerie, una collezione permanente, mostre temporanee e un Centro per la Fotografia, tra gli altri.

Johannesburg è una fucina di artisti e scrittori. Nel distretto di Maboneng in particolare si respira un’aria di rinnovamento urbano ed artistico: è questo il centro degli studi cinematografici, gallerie d’arte, boutique, negozi, ristoranti e café che alimentano un lifestyle ricco di imprenditorialità e creatività.

Pretoria, la capitale amministrativa del Paese, coniuga influenze provenienti da tutto il mondo con arte e design tipicamente locali. L’importante presenza di comunità di artisti nella città ha portato ad un rapido sviluppo di questa città che è sempre più trendy: dal Museo di Arte Contemporanea che espone opere dei maggiori artisti locali tra cui Stern, JH Pierneef e Gerard Sekoto, alla street art e ai piccoli mercatini dove trovare le tendenze di arte, moda, cibo e musica della nuova avant-garde sudafricana.

 

Lo specchio di una Durban in costante cambiamento è l’Umkhumbane Cultural and Heritage Museum che sebbene voglia preservare e ricordare l’eredità culturale di tempi passati, lo fa attraverso una struttura dal sapore completamente moderno con un’architettura d’avanguardia. Per quanto riguarda la popolazione, Durban presenta un interessante mix culturale, in cui le influenze delle civiltà indiana, zulu e post-coloniale si riflettono nell’architettura e nella cucina tipica del luogo: è questo infatti il posto giusto dove poter assaggiare il miglior curry del Paese, ancora meglio se in uno dei tanti street food in città.