Allarme lanciato da Confartigianato che indica, per il terzo trimestre dell'anno, un aumento di 383 euro, in grado di portare a 11.478 euro "il costo medio annuo dell'energia per una piccola impresa". L'energia elettrica, infatti, costa alle nostre pmi

il 29% in più rispetto alla media europea. Secondo Giorgio Merletti,presidente di Confartigianato "Le nostre piccole imprese sono costrette a sopportare un pesante fardello che compromette la competitività e ostacola gli sforzi per agganciare la ripresa".

Sempre secondo Confartigianato, a gonfiare il prezzo dell'energia per le piccole imprese italiane sono soprattutto gli oneri fiscali e parafiscali che pesano per il 39,7% sull'importo finale in bolletta.