CCIR

Il periodo compreso tra Maggio e Luglio è stato veramente prolifero le emissioni non hanno vissuto nessuna pausa estiva. Il bilancio è assolutamente positivo con sempre più imprese che scelgono di aprirsi al mercato dei capitali privati.

 

 Di seguito un quadro completo della situazione del mercato italiano nei primi sette mesi del 2015 le principali evoluzioni rispetto all'ultimo aggiornamento di Aprile:

 Continua il trend che vede aumentare proporzionalmente le emissioni veramente riferite alle PMI, ossia quelle di taglio inferiore a €50 M (infatti 18 delle 19 emissioni del periodo Maggio-Luglio rientrano in questa categoria).

Tutte le emissioni del 2015 appartengono alla fascia inferiore a €50 M, quella dei veri minibond, che rappresentano ora il 19% del mercato ExtraMOT

Sono in lieve riduzione maturity  e tasso di interesse (confermato quindi il trend con i mesi precedenti).

Forte incremento del settore Food&Beverage, grazie alle emissioni Ferrarini e Terre Cortesi Moncaro

Permane una spiccata concentrazione delle emissioni nelle regioni del Nord Italia: il 75% del mercato si divide tra Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna

 L’identikit aggiornato del minibond sotto €50 M è il seguente: Taglio medio: €9.4M (rispetto a €9.7 M, media al 30 Aprile 2015). Cedola media: 5.66% (rispetto a 5.80%, media al 30 Aprile 2015). Maturity media: 5.4 anni (rispetto a 5.6 years, media al 30 Aprile 2015)

 Come per i mesi precedenti continua l’interesse crescente che l’estero sta mostrando per il mercato italiano: i nostri dati confermano che il 20% delle visite al portale MinibondItaly.it proviene da fuori Italia, in particolare:

 Le visite da diverse zone degli Stati Uniti sono in crescita (situazione questa molto diversa rispetto all’inizio dell’anno): gli Usa infatti detengono ora il record di accessi, seguiti dai maggiori centri industriali/finanziari a livello globale: Inghilterra, Svizzera e Germania.

Altra importante novità: il numero di visite proveniente da Cina e Giappone è superiore a quello di accessi dalla Fancia.

 L’interesse dall’estero è confermato anche da Epic Sim, che vede un crescente numero di investitori stranieri.