TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi lo scorso 16 marzo sotto la presidenza di Francis Lemor, ha approvato il bilancio consuntivo dell’esercizio 2016. Commentando i risultati annuali, Jean-Pierre Sancier, Direttore generale del Gruppo, ha dichiarato: “Per STEF, il 2016 è stato un anno solido,

grazie all’apporto delle attività Trasporto e Logistica Francia e al contributo sempre maggiore delle Attività internazionali, sia in termini di fatturato che di redditività. Anche le Attività marittime, dal canto loro, hanno chiuso l’esercizio in maniera soddisfacente.

Nel 2016, il Gruppo ha consolidato la propria presenza in Europa, con la conclusione di due accordi di partnership strategiche in Germania ed in Svizzera, ampliando la propria rete nei Paesi Bassi ed integrando il ramo d’azienda delle attività logistiche di un cliente in Italia.”

 

RISULTATI FINANZIARI 2016:  buone performance dell’attività Trasporto Francia, nonostante la crisi sanitaria che ha colpito la filiera del foie gras; ripresa dell’attività Logistica Francia, spinta dagli elevati livelli di occupazione della logistica dei surgelati nel 1° semestre e dal miglioramento dell’attività nel settore della ristorazione, grazie alle scelte selettive operate dal Gruppo sul proprio portafoglio clienti; forte incremento delle Attività internazionali, la cui redditività è ormai paragonabile a quella delle attività in Francia; firma di accordi di partnership strategiche con le società Nordfrost in Germania ed EMMI in Svizzera; ampliamento del network STEF nei Paesi Bassi, con l’acquisizione di Vers-Express e di una partecipazione nella società Netko. Inoltre, in Italia, l’integrazione di 4 siti dedicati ai prodotti alimentari termosensibili, appartenenti in precedenza ad un grande operatore industriale europeo; performance di La Méridionale, spinte dalla vendita della nave Scandola.

Durante l’esercizio, il margine operativo si è stabilizzato intono al 5% del fatturato (escludendo quello legato alle attività commerciali), facendo registrare un aumento dello 0,5% rispetto al 2015.

Un bilancio solido.  Nel corso dell’esercizio, STEF ha rafforzato il proprio patrimonio netto, che è passato da 494 M€ nel 2015 a 559 M€ nel 2016. Inoltre, il Gruppo ha notevolmente migliorato il proprio rapporto di indebitamento, che si è stabilizzato a 0,93 al 31 dicembre 2016 e che gli consente di proseguire il percorso di sviluppo già avviato a livello europeo.

Nel 2017, il Gruppo STEF porterà avanti la propria strategia di sviluppo, grazie: ad un’accelerazione della crescita organica in Francia e all’ampliamento delle offerte destinate agli operatori del settore Ho.Re.Ca. e del Seafood; ad una dinamica positiva delle proprie Attività internazionali e dei flussi interni al territorio europeo; alla conclusione di accordi di partnership e di operazioni mirate di crescita esterna; alla realizzazione di un ambizioso piano di investimenti a livello immobiliare.

Inoltre, il Gruppo continuerà a operare per garantire la presenza della propria controllata marittima nella prossima delega di servizio pubblico tra la Corsica e la terraferma.

 

DIVIDENDO.  Il Consiglio di Amministrazione proporrà al voto dell’Assemblea Generale del 10 maggio 2017 il versamento di un dividendo di 2,25€ per azione.