CCIR

Ammontano a quindici le emissioni di minibond in questi primi tre mesi del 2017 per un totale 236 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro per un controvalore superiore a €10,4 Mld: le piccole aziende trovano lo strumento di debito efficace e continuano ad utilizzarlo,  vedi il caso di Agrumaria Reggina S.r.l. che non è

la prima volta che ricorre a tale sistema di finanziamento.

Mentre Enertronica, società quotata all’Aim Italia e attiva nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici, ha concluso la sottoscrizione di una quarta tranche del prestito obbligazionario a cedola 5% emesso lo scorso agosto e in scadenza nell’agosto 2018, quotato all’ExtraMot Pro. Da segnalare anche Corvallis che chiude il collocamento di prestito obbligazionario da 10 milioni di euro. 

Tutti i dettagli delle emissioni  sono riportati nell’ultimo Barometro Minibond Market Trend redatto da MinibondItaly.it ed EPic Sim Spa.

In particolare, i principali trend evidenziati:  Raggiunto il numero di 236 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro per un controvalore superiore a €10,4 Mld; Le emissioni di taglio inferiore a €50M nel primo trimestre 2017 sono ridotte rispetto al trimestre precedente. In particolare, metà delle emissioni del trimestre hanno un taglio inferiore a €500k e sono quasi tutte short-term.

Confermato il trend di riduzione del taglio medio (8,1 M€ al 31.03.2017), della cedola media (5,31% al 31.03.2017) della maturity media (5,4 anni al 31.03.2017) Incremento dei settori Media & ICT e Construction per effetto dell'emissione di Hightel Towers S.p.A, Corvallis Holding S.p.A. e I.CO.P S.p.A. per un controvalore complessivo pari a €17,4 M

 

L’identikit aggiornato del minibond sotto €50 M è il seguente: Taglio medio €8,1M; Scadenza media: 5,4 anni; Struttura del rimborso: 46% bullet (tutto a scadenza) / 54% con piano di ammortamento; Cedola media annua: 5,31%; Fatturato medio emittente: €100,9 M.