CCIR

Banca Euromobiliare ha approvato nelle scorse settimane i risultati preliminari al 31.12.2017. Il direttore generale Giuseppe Rovani, ha commentato: “Un anno record per Banca Euromobiliare, grazie ad una crescita importante in tutte le principali voci commerciali e del conto economico. E’ stata un’impresa

decisamente sfidante, considerando anche il mutato contesto competitivo del nostro settore, ma realizzata grazie alla qualità delle persone, al posizionamento della nostra azienda ed alle sinergie con il Gruppo Credem. I progetti per incrementare l’efficienza operativa e per valorizzare ulteriormente le attività consulenziali offerte dai nostri private banker e consulenti finanziari, confermano la leadership di Banca Euromobiliare consolidata in oltre 40 anni di attività nel private banking, al fianco di imprenditori, professionisti e clientela di elevato standing", ha concluso Rovani.

UTILE NETTO.  Il risultato dell’esercizio 2017 è positivo e superiore rispetto all’anno precedente, e passa da 7,2 a 10,2 milioni di euro, determinando pertanto, nonostante il Patrimonio netto medio in crescita, una crescita del ROE (da 8,3% a 11,2%).

CONSISTENZE PATRIMONIALI.  Nel corso del 2017 le consistenze patrimoniali della clientela (esclusi gli impieghi) risultano in crescita del 6,9%, passando da 10,3 miliardi di euro di fine dicembre 2016 a 11 miliardi di euro a fine dicembre 2017. Le consistenze gestite registrano, nel periodo in esame, un aumento sia in valore assoluto (+566 milioni di euro, pari a +8,1% rispetto a fine 2016), sia in termini di incidenza percentuale (dal 68,4% al 69,1% sul totale delle consistenze).

RECLUTAMENTO. L’attività di reclutamento si è focalizzata su professionisti di elevato profilo e portafoglio pro-capite, coerentemente con le strategie di crescita della banca che punta ad inserire relationship manager senior che abbiano una consolidata esperienza nella gestione dei clienti di elevato standing su piazze ad alto potenziale per lo sviluppo della clientela private. In particolare, nel 2017 sono stati inseriti 30 gestori della relazione che hanno portato in dote un patrimonio culturale e professionale di esperienza e di talento, confermando il posizionamento di Banca Euromobiliare, boutique finanziaria focalizzata sull’erogazione di servizi ad elevato valore aggiunto nella gestione del patrimonio e nell’advisory. E’ pertanto aumentato il numero delle risorse commerciali attive (in particolare 320 consulenti finanziari e 72 private banker) e, più in generale, è stata potenziata la struttura organizzativa.