Risultati in linea con gli obiettivi indicati nel Piano Industriale 2016-2020. Ricavi record oltre euro 5 miliardi (+13% rispetto al precedente esercizio) e profittabilità in netta crescita con EBITDA di euro 341 milioni (+28% rispetto al 2016). Risultato d'esercizio adjusted  di euro 91 milioni (+52%) e

risultato d'esercizio di euro 53 milioni (+279%).

Nuovi ordini acquisiti per euro 8,6 miliardi (+31%) che confermano l’efficacia commerciale di Fincantieri ed il buon momento di mercato. L’importante commessa per il nuovo cliente Norwegian Cruise Line e l’ordine di due nuove navi “Seaside EVO” da parte di MSC Crociere evidenziano la capacità di attrarre e fidelizzare nuovi clienti.

Carico di lavoro complessivo  di euro 26 miliardi, pari a oltre 5 anni di lavoro se rapportato ai ricavi 2017: il backlog al 31 dicembre 2017 è pari a euro 22 miliardi (+21%) con 106 navi in portafoglio e il soft backlog a circa euro 4,1 miliardi.

Ottima performance operativa del settore Shipbuilding con 12 unità consegnate, di cui 5 da crociera tra cui la “MSC Seaside”, prima unità prototipo per l’armatore MSC Crociere. Indebitamento finanziario netto  pari ad euro 314 milioni (in diminuzione rispetto ad euro 615 milioni al 31 dicembre 2016).

Firmato con lo Stato Francese l’accordo di compravendita per l’acquisizione del 50% del capitale di STX France ed avviate le attività del gruppo di lavoro per l’integrazione con Naval Group. La finalizzazione degli accordi costituirà il punto di inizio per la creazione di un nuovo operatore globale di riferimento nella cantieristica civile e militare.

Annunciata la proposta di delisting della controllata VARD. Incremento dell’occupazione in Italia con quasi 400 nuovi posti di lavoro creati direttamente, e 1600 nell’indotto.

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a euro 0,01 per azione