Gruppo Buffetti S.p.A. ha concluso un accordo di investimento con IDeA Corporate Credit Recovery I (“IDeA CCR I”), primo fondo di DIP (Debtor-in-Possession) Financing italiano, gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR (società del Gruppo DeA Capital), e con il Gruppo Jannone

che prevede l’ingresso di Buffetti nella compagine societaria di Cartiere Paolo Pigna S.p.A. (‘’Pigna’’), storica società italiana operante nel mercato della Cartotecnica.

Nell’ambito di una più importante operazione di rilancio della società, Gruppo Buffetti Spa ha quindi perfezionato l’acquisto del 40% del pacchetto azionario di Cartiere Paolo Pigna S.p.A.

Le quote residue continuano ad essere detenute da IDeA CCR I 31% e da Giorgio Jannone 29%.

Con origini industriali che risalgono al 1600, fondata ad Alzano Lombardo (BG) nel 1839 da Paolo Pigna, mercante di carta di origine spagnola, Cartiere Paolo Pigna S.p.A. oggi è una azienda specializzata nella produzione e commercializzazione a livello internazionale di prodotti cartotecnici ad elevato standard qualitativo, livello raggiunto mettendo in sintonia la miglior tradizione dell’arte di creare la carta con l’impiego di nuove tecnologie in grado di ottimizzare la qualità della produzione. L’inconfondibile marchio dell’aquila ad ali spiegate ha acquisito negli anni quell’aura di pregio, prestigio ed affidabilità che è rimasta intatta fino ai giorni nostri. Pagina dopo pagina, intere generazioni hanno scritto le loro vite scolastiche e di lavoro sui prodotti Pigna.

L’ingresso di Buffetti, accanto al Fondo IDeA CCR I, avviene nell’ambito di un progetto strategico che prevede un forte sviluppo della società, fornendo a Pigna un decisivo accesso a nuovi canali distributivi con l’obiettivo di valorizzarne l’importante know-how tecnologico e progettuale patrimonio della Società, nonché il brand storico italiano leader nella scolastica.

Ad esprimere la propria soddisfazione per l’operazione è Rinaldo Ocleppo, Presidente della Gruppo Buffetti S.p.A.: “Buffetti negli ultimi anni ha investito molto sulla qualità dei prodotti e sul rinnovo del proprio canale distributivo concretizzando una crescita nel numero di punti vendita che sono ora 790 e prevediamo diventino 830 alla fine del 2018. Uno dei settori in maggiore espansione è quello della scolastica per cui sono stati introdotti molti nuovi prodotti e servizi specificamente orientati a questo mondo. L’accordo di investimento con i soci Pigna consente ora di mettere a fattor comune l’esperienza e la notorietà di due aziende che hanno fatto la storia della produzione e della distribuzione cartotecnica nel mercato italiano, con l’opportunità di sviluppare importanti sinergie tecniche e commerciali e con l’obiettivo dichiarato di diventare rapidamente il punto di riferimento di questo mercato”.