Lo scorso 10 maggio l'Assemblea di IMQ Group ha approvato il Bilancio consolidato di esercizio per il 2017, che si è chiuso con ricavi superiori ai 102 milioni di euro. Si tratta del secondo esercizio in cui il consolidamento del bilancio è avvenuto da parte di IMQ Group,

nuova holding del Gruppo costituita per esercitare attività di direzione, indirizzo strategico e coordinamento operativo sulle diverse società operative controllate.

L’esercizio 2017 ha visto un andamento positivo, determinato dall'aver saputo cogliere opportunità offerte dal mercato e dagli ulteriori progressi registrati nel processo di integrazione tra le diverse strutture e le diverse società del Gruppo, attuato sotto la direzione della Capogruppo IMQ Group.

Le modifiche strutturali che hanno affiancato il percorso di ottimizzazione dei processi hanno contribuito al miglioramento dei risultati economici, che evidenziano un incremento del valore della produzione e un netto miglioramento dei margini operativi, dopo gli incrementi già conseguiti nei due esercizi precedenti.

Per l'esercizio 2017, infatti, l’EBITDA è stato pari a 19,13 Mio EUR (18,6%), l’EBIT a 11,16 Mio EUR (10,9%), l'utile netto a 7,98 Mio EUR.

Di rilievo le risorse che il Gruppo ha investito per la crescita e per il costante aggiornamento tecnologico, in particolare negli impianti, nei sistemi informatici e nei laboratori di prova in ambiti quali elettrodomestici, dispositivi medici, automotive e compatibilità elettromagnetica. Per quest'ultimo ambito, in particolare, si segnala il perfezionamento, nel dicembre 2017, dell'acquisizione di LACE, un laboratorio sito in Torino che effettua prove di compatibilità elettromagnetica e che opera con successo da circa 20 anni.

Complessivamente il valore destinato agli investimenti ammonta a oltre 4 milioni di euro.