CCIR

 

Homepal.it, la start-up che ha innovato il settore del real estate permettendo a chiunque di gestire le transazioni immobiliari sul web, ha collocato presso investitori istituzionali e privati un aumento di capitale da 2.3 milioni di euro.

L’aumento di capitale è stato in buona parte finanziato dagli attuali investitori: in particolare Homeclub, veicolo creato da Maria Ameli, che ha assunto il ruolo di lead investor anche in questo round: “Crediamo molto nell’idea di Homepal, guidata da un team molto coeso e con grande capacità di execution, che sta affrontando con successo la sfida di cambiare il mercato del real estate. Come investitori, siamo interessati a start-up con grandi ambizioni che puntino a diventare internazionali, e per questo stiamo finanziando la crescita di Homepal”.

L'aumento di capitale ha visto un investimento diretto da parte di BPER Banca che ha scelto Homepal come veicolo per entrare nel real estate, coerente con la volontà della Banca di offrire ai clienti un servizio completo per realizzare il proprio "progetto casa", dal mutuo alla ricerca dell'immobile, e con la forte attenzione all'innovazione che contraddistingue il Gruppo BPER.

Dopo la partecipazione alla finale di B Heroes, dove Homepal.it è stata selezionata tra le prime 5 startup italiane, Boost Heroes, la holding di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale, ha completato un secondo e più significativo investimento nella società.

Davide Serra, investitore dalla prima ora nella start-up, ha partecipato al nuovo round e ha commentato con entusiasmo: “Homepal.it sta crescendo molto e si dimostra un esempio di come si possa fare innovazione in Italia, andando ad abbattere i costi di transazione del mercato immobiliare, che equivalgono a circa 3 miliardi di euro all’anno”.

Partecipano inoltre a questo round anche i due investitori sardi, Pierpaolo Muscas ed Alberto Zucca, già soci di Homepal.it e partner delle attività di assistenza al cliente.