Il fatturato del terzo trimestre si attesta a 4,3 miliardi di Euro, segnando il 4% di incremento delle vendite su base comparabile. Gli ordini acquisiti su base comparabile sono aumentati dell’11% rispetto al terzo trimestre 2017

L’utile netto generato dalle attività correnti è aumentato del 17% passando a 307 milioni di Euro, rispetto ai 263 milioni di Euro del terzo trimestre 2017. Il margine EBITA rettificato è aumentato di 40 basis point raggiungendo il 13,2% delle vendite, incluso un impatto valutario negativo di 60 basis point, rispetto al 12,8% del terzo trimestre 2017

L’EBIT è aumentato fino a quota 451 milioni di Euro, rispetto ai 299 milioni di Euro del terzo trimestre 2017

Il cash flow operativo ha totalizzato 265 milioni di Euro, rispetto ai 295 milioni di Euro del terzo trimestre 2017

Frans van Houten, CEO di Royal Philips, ha così commentato: “Sono soddisfatto dell’11% di incremento costante degli ordini acquisiti nel trimestre il miglioramento della produttività è stato in parte eroso dall'effetto negativo delle fluttuazioni delle valute estere. Ne è risultato un incremento di 40 basis point del margine rettificato EBITA a fronte di una crescita delle vendite su base comparabile del 4%. Il segmento di business Diagnosis & Treatment ha perseverato nella performance positiva, grazie al nostro portfolio di prodotti e soluzioni innovative. Anche il segmento Connected Care & Health Informatics ha mostrato una crescita solida e continua degli ordini acquisiti; tuttavia, le vendite sono diminuite del 2% rispetto al fortissimo terzo trimestre 2017. Notevole invece la crescita delle vendite del segmento Personal Health rispetto alla prima metà del 2018, ma la ripresa è stata molto inferiore rispetto alle attese perché la crescita dei nostri mercati in via di sviluppo è stata parzialmente impattata da una minore crescita delle nostre geografie mature.

Guardando avanti, a dispetto delle criticità a fonte delle quali stiamo prendendo misure adeguate, riconfermiamo i nostri obiettivi fissati per il periodo 2017–2020 di un incremento dal 4% al 6% delle vendite su base comparabile e un miglioramento medio annuale di 100 basis point del margine EBITA rettificato.”