La divisione private banking di Credem guidata da Gianluca Rondini, in linea con la strategia di crescita del Gruppo, ha l’obiettivo di arrivare a fine 2018 a 1,2 miliardi di euro di nuova raccolta e 1.500 nuovi clienti. Nel primo semestre dell’anno la divisione ha già raggiunto 600 milioni di euro

di nuova raccolta, di cui oltre la metà in prodotti gestiti, per raggiungere 19 miliardi di euro di masse in gestione di cui 11 di raccolta gestita. Da gennaio a fine giugno, inoltre, sono stati attivati rapporti con 840 nuovi clienti.

Forte attenzione è stata rivolta anche all’ulteriore rafforzamento della rete di private banker con 20 nuovi inserimenti nella prima metà dell’anno. L’obiettivo per fine 2018 è inserirne ulteriori 5 professionisti.

I 38 centri private presenti sul territorio nazionale nelle principali filiali Credem rappresentano centri di eccellenza, che esprimono elevati livelli in termini di competenze ed ampiezza del servizio offerto, grazie alle sinergie generate con le altri reti commerciali della banca (corporate e small business in particolare) ed al supporto di Euromobiliare Advisory Sim, centro di competenze in materia di consulenza e punto di riferimento in tale ambito per le tutte le reti del Gruppo Credem.

E’ proprio nella gestione dei bisogni del cliente a 360 gradi che in questi anni la divisione di private banking di Credem ha saputo caratterizzarsi rispetto al mercato; negli ultimi cinque anni sono stati fatti investimenti sia nella creazione di un team di professionisti capaci in modo diretto ed attraverso la collaborazione con importanti studi professionali di offrire risposte anche ai bisogni più complessi, ma anche puntando intensamente sulla formazione per affrontare la relazione con il cliente. Complessivamente nel 2018 saranno erogate 12 mila ore di formazione complessive a tutti i professionisti della struttura.