CCIR

Dynatrace ha presentato Davis, il suo assistente virtuale digitale AI-powered, sviluppato per rispondere alle domande sulle prestazioni che provengono da chiunque in azienda, nell’area IT o nel business, e che riguardano qualsiasi aspetto dell’ecosistema digitale. Un utente ora potrà parlare

semplicemente con 'Davis' attraverso Amazon Alexa, o chattare con lui con Slack, e ottenere così una risposta immediata a domande come: “Quali sono i problemi prestazionali che stanno influenzando le mie entrate? Quali sono i livelli di attività dell’utente? Ci sono problemi di capacità? Abbiamo avuto interruzioni da ieri sera?”. Davis rappresenta la gateway verso la piattaforma di gestione delle prestazioni digitali di Dynatrace, unificata, alimentata dall’intelligenza artificiale e completamente automatizza.

 

“I team IT sono alle prese con la natura estremamente complessa della distribuzione delle applicazioni e, a questo, si aggiunge il fatto che le risorse interne sono ipersfruttate”, spiega Alois Reitbauer, Chief Technology Strategist di Dynatrace. “I problemi devono quindi essere rilevati e risolti automaticamente, con precisione, e riproposti all’IT in un contesto molto dettagliato”.

 

"La cosa straordinaria di 'Davis' è che aggiunge un ulteriore livello di automazione alla soluzione esistente. I responsabili delle operazioni IT ora possono avere una semplice conversazione a voce o in chat con Davis e accedere alle stesse insight dettagliate, senza dover consultare le dashboard. Inoltre, offre ai team non tecnici la capacità di monitorare e comprendere lo stato della rete e i livelli prestazionali attraverso strumenti di comunicazione familiari. Davis segna, di fatto, un ulteriore passaggio nell’IT consumerization e una novità assoluta per il nostro settore".

 

Il passo successivo nella roadmap per Davis vedrà Dynatrace lavorare al fianco di molti clienti per sviluppare domande specifiche che riguardino le loro esigenze e l'ambiente. Ciò avverrà nel quadro di una prima distribuzione più stretta e attraverso una serie di hackathon durante l’evento globale di Dynatrace Perform 2017. Obiettivo di Davis, in questo senso, è dare vita a una community in cui le competenze e gli aggiornamenti siano condivisibili e scaricabili tramite Github.

 

“Poter immergersi in ogni aspetto dell'ambiente IT e utilizzare pienamente le funzionalità dell’intelligenza artificiale tramite Slack o Alexa è davvero straordinario, non avevo mai visto niente di simile prima!”, commenta Jeppe Lindberg, Application Performance Manager di COOP in Danimarca, tra i primi ad adottare l’assistente virtuale Dynatrace. “Sembra di parlare con un altro membro del team IT, ad eccezione del fatto che nessuna persona sarebbe mai in grado di individuare e fare emergere le cause di un problema con una tale velocità e precisione! Guardano al futuro, vorrei poter porre a Davis domande specifiche su COOP, come ‘rischiamo di avere problemi con le prestazioni dei nostri POS o soluzioni di pagamento?’. Si tratta di un punto di svolta, perché anche se possiamo già conoscere queste informazioni tramite le dashboard, nel corso del tempo Davis porterà tutto alla nostra attenzione attraverso delle semplici conversazioni”.

 

Alois Reitbauer, uno dei creatori di Davis, ritiene che l'assistente virtuale rappresenti un passo importante verso la mitigazione di alcune delle complessità e dei problemi di tempo dedicato che l’IT deve affrontare.

 

“Con l’avvento dei microservizi, la migrazione al cloud e l’IoT, l’ambiente IT diventa sempre più difficile da gestire. Le analitiche legate ai silos non sono più sostenibili, come anche uno scenario dove le persone interrogano i insiemi di dati complessi cercando di individuare i problemi in modo accurato. Ogni applicazione può avere miliardi di dipendenze, per questo le capacità di intelligenza artificiale sono necessarie per cercare automaticamente tutte le possibili soluzioni e scegliere quella giusta. Si deve quindi iniziare un percorso di self-healing. L'aggiunta di una interfaccia simile a quella umana a una piattaforma automatizzata e dotata di intelligence rappresentava il passaggio logico successivo nell'evoluzione Dynatrace, per questo i nostri clienti sono entusiasti delle sue capacità e di dove esse ci condurranno”.