Milano è ritenuta nella percezione collettiva come la “Capitale” d'Italia per il business e le innovazioni tecnologiche, ma come spesso accade se da un lato esistono centinaia di aziende tecnologicamente avanzate, dall'altro molte restano ancora indietro. Ed il settore del turismo, forse uno di quelli più rivoluzionati dal web,

non fa eccezione. Certo, i dati sono migliori rispetto a molte altre aree, e la tendenza è positiva, ma ancora moltissimo c'è da fare.

L'80% delle aziende del turismo di Milano e della Lombardia non sono visibili sui motori di ricerca nei paesi dai quali provengono i maggiori flussi turistici, il 20% non ha un sito internet o ne ha uno obsoleto, il 47% delle aziende che hanno un sito internet recente non utilizza strategie di web marketing diretto, affidandosi in gran parte agli “aggregatori” di offerta come Expedia o booking.com. Solo il 39% degli addetti nelle imprese utilizzano internet almeno una volta alla settimana. (Dati Istat, Eurostat, Google, elaborati da Digitalia, Osservatorio Sul Turismo Digitale in Italia)

 

In Italia ed a Milano esistono centinaia di micro e piccole imprese del turismo gestite a livello familiare o da poche persone. Spesso sono realtà di grande qualità. Ma che spesso non riescono ad utilizzare le tecnologie che il web ci mette a disposizione - ha dichiarato Paolo Bomparola, Presidente di Marketing01, Premier Google Partner -.  Se le imprese del territorio prendono piena consapevolezza del ruolo strategico di internet, questo può rappresentare anche un vantaggio per tutta l'area e può contribuire a far crescere il numero dei turisti e quindi indotto e posti di lavoro. I dati parlano chiaro: dal 2013 al 2015 le prenotazioni dal web sono cresciute del 10% per i canali diretti (il proprio sito internet ad esempio) e del 14% per gli aggregatori (siti quali Expedia, per capirci). Oltre il 24% dei turisti utilizza i motori di ricerca, non solo per prenotare, ma prima ancora per decidere dove andare. Addirittura il 66% dei viaggiatori più giovani utilizza lo smartphone per le sue prenotazioni (elaborazione su dati Google). Ma non basta avere qualche pagina sul Web. Attraverso lo studio dei dati resi disponibili dagli strumenti di Google, oggi siamo in grado di comprenderne molto bene le aspettative e quindi le giuste strategie per ottenere non solo visibilità, ma prenotazioni, aumento effettivo dei flussi turistici.”

 

 

Si tratta di dati in crescita, superiori a molte altre zone d'Italia, ma ancora inferiori alla media europea.