Il presidente della Repubblica di Polonia Andrzej Duda si è recato, il 16 ottobre, in visita ufficiale presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, FAO e presso il Programma alimentare mondiale, WFP.

È un evento storico, è stata la prima visita di un presidente polacco in queste due organizzazioni internazionali. L’occasione è importante, infatti ricorrono le celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Alimentazione e il 73° anniversario della nascita dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.

La Polonia è una delle 34 nazioni firmatarie dell’atto di istituzione della FAO, nata nel 1945 a Château Frontenac nel Québec, in Canada. La FAO e il PAM contano attualmente 197 membri: 194 stati, un membro collettivo (Unione Europea) e 2 membri associati. Sono le più importanti organizzazioni che combattono la fame e la malnutrizione a livello globale. Esse svolgono un ruolo fondamentale nella realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile adottata nel 2015 dall’Assemblea Generale dell’ONU.

Durante la sua visita il presidente della Polonia Andrzej Duda ha tenuto un discorso nella sede della FAO e ha incontrato il direttore generale dell’organizzazione José Graziano da Silva. In seguito il presidente Duda ha incontrato il direttore esecutivo del Programma Alimentare Mondiale David Beasley. Il capo di stato polacco era accompagnato dal ministro dell’Agricoltura e dello Sviluppo delle Aree rurali Jan Krzysztof Ardanowski. 

La Polonia, in quanto membro del Consiglio di Sicurezza dell’ONU e membro del Consiglio esecutivo del PAM, tiene a sottolineare l’importanza cruciale che la sicurezza internazionale e la lotta ai cambiamenti climatici rivestono nell’affrontare il crescente problema della fame nel mondo.

La visita del presidente della Polonia si è svolta a due mesi dal vertice globale per i cambiamenti climatici COP 24 che si terrà quest’anno in Polonia.

Ambasciata della Repubblica di Polonia, Roma.