CCIR

E’ proseguita, anche nel periodo aprile-giugno 2017, la serie di risultati positivi registrati dall’industria manifatturiera della provincia di Cuneo: nel II trimestre 2017 la produzione industriale ha registrato un incremento del 3,2% rispetto all’analogo periodo nel 2016,

realizzando l’undicesimo risultato positivo consecutivo, della stessa intensità di quello registrato a livello complessivo regionale (+3,2%).

Il II trimestre dell’anno evidenzia segnali positivi per tutti gli altri indicatori congiunturali analizzati: i nuovi ordini crescono, infatti, del 4,3% sul mercato interno e del 6,2% su quelli esteri, il fatturato complessivo migliora del 4,6%, ritmo identico rispetto a quello evidenziato dalla sola componente estera (+4,6%).

“La lettura dei dati provenienti dalle imprese del comparto manifatturiero della Granda conferma il consolidamento della ripresa economica, con segnali positivi nei diversi indicatori analizzati, riferiti sia alla produzione, con il + 3,2%, sia al fatturato complessivo, + 4,6% – commenta il presidente Ferruccio Dardanello -. Per dare continuità allo sviluppo e consentire ai nostri imprenditori di affrontare con successo le nuove sfide dei mercati, tutti gli attori del territorio devono rafforzare la sinergia di azioni e mettere a sistema progettualità e competenze”.

 

Sono questi alcuni dei risultati emersi dalla 183ª “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” realizzata da Unioncamere Piemonte in collaborazione con gli Uffici studi delle Camere di commercio provinciali. La rilevazione è stata condotta nei mesi di luglio e agosto 2017 con riferimento ai dati del periodo aprile-giugno 2017, e ha coinvolto 1.240 imprese industriali piemontesi, di cui 172 cuneesi.