Profumo di fiori e di libertà nell’atmosfera adrenalinica e creativa della Swinging London. Blugirl interpreta lo stile delle groupies Marianne Faithfull e Anita Pallenberg mixando appeal romantico ed echi vintage. 

Un esprit Boho-chic annuncia un nuovo lusso, eclettico e metropolitano, nella ricerca di inedite textures e nel pattern di materiali sofisticati. La giustapposizione fra lucido e opaco, opulenza e leggerezza delinea una femminilità esibita senza eccessi. Fil rouge, un tocco discreto di luce nelle trame di chiffon in fil coupé lurex, nelle spalmature, nelle rigature dorate su velluto e nel pizzo lucido dove le tonalità monocromatiche dell’écru e dell’avorio  definiscono silhouettes dall’allure charmante.  Effetti optical nei capispalla dalle lavorazione ad intarsio in bianco e nero o a contrasto nel mix di animalier. Il cappotto dalla linea dritta è proposto in camoscio, in mohair, ma anche nella versione corta, a metà fra il caban e l’overcoat, in broccato con fiori dorati o in pelle dal mood rock. Vagamente gipsy e un po’ rétro, tornano i pantaloni bootcut, con la vita segnata da maxi cinture in pelle, sotto ad eteree camicie see-through, con fiocchi e colli ricamati di paillettes, o alle giacche, declinate in vari stili e tessuti. Stampe floreali e jacquard negli abiti fluidi, corti o alla caviglia, dalle maniche enfatizzate, in velluto di seta dévoré o stampato, in raso di seta, in creponne sablé o in organza ricamata in filo, nei colori giallo limone, lilla, verde acqua e pesca da indossare con platforms in pelle e camoscio. Gli accessori eye-catching vedono protagonisti i cappelli dall’ampia tesa in feltro con spille e nastri, fur-bags a tracolla, grandi occhiali dalla montatura dorata e piccoli rose-chokers, emblema di Anna Molinari,“Regina delle Rose”.