CCIR

Il Gruppo Renault e Brilliance China Automotive Holdings Limited (CBA) confermano di aver siglato un accordo per la creazione di una joint-venture per la produzione e la vendita di veicoli commerciali con le marche Jinbei, Renault e Huasong, con un obiettivo di vendita di 150.000 unità all’anno entro il 2022 e

un’accelerazione sui motori elettrici.

 Il Comitato Provinciale del Partito Comunista Cinese (PCC) del Liaoning e il governo della provincia del Liaoning hanno sostenuto la creazione della joint-venture che favorirà lo sviluppo economico di questa regione nord-orientale della Cina. Chen Qiufa (Segretario del Comitato Provinciale del PCC del Liaoning), Tang Yijun (Governatore ad interim della provincia del Liaoning) e altri rappresentanti ufficiali hanno presenziato alla cerimonia di inaugurazione.

 La nuova joint-venture, che è stata chiamata Renault-Brilliance-Jinbei Automotive Company, potrà contare su siti di produzione nel distretto di Dadong (Shenyang) e realizzerà, a livello locale, dei veicoli nei tre segmenti chiave: monovolume, furgoni di medie dimensioni e furgoni heavy duty. Il mercato cinese dei veicoli commerciali è in piena crescita, con 3 milioni all’anno di unità vendute.

Per creare la joint-venture, il Gruppo Renault acquisisce il 49% delle quote di Shenyang Brilliance Jinbei Automobile Co. Shenyang Brilliance Jinbei si ristruttura diventando una joint-venture detenuta al 51% da Brilliance China e al 49% dal Gruppo Renault. Le Società hanno firmato un accordo quadro che prevede la creazione della joint-venture per luglio 2017.

Thierry Aubry è stato nominato CEO della nuova Società, grazie all’esperienza che vanta in tutti i settori del retail, della produzione e della distribuzione, sia in Cina che in Francia.

«Sono ormai quattro anni che il Gruppo Renault investe in Cina in joint-venture che gli consentono di ampliare la sua presenza sul mercato delle automobili per uso privato, veicoli commerciali ed elettrici. L’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ci dà accesso ad un’ampia gamma di tecnologie con investimenti di oltre 50 miliardi di euro in attività di R&S per i prossimi sei anni. Una parte di questo importo consentirà a Renault-Brilliance-Jinbei Automotive Company di sviluppare prodotti adatti per il mercato cinese. La Cina non è solo il più grande mercato automobilistico mondiale, ma anche il Paese in cui si decidono le tendenze dell’industria automobilistica del pianeta», ha dichiarato Carlos Ghosn, CEO del Gruppo Renault.

Il Gruppo Renault fa parte del principale gruppo automobilistico al mondo con l’Alleanza in essere con Nissan e Mitsubishi Motors.

Brilliance ha effettuato ingenti investimenti nella Marca Jinbei, prima azienda di autobus in Cina da oltre un decennio, che vanta grandi competenze, in particolare nelle monovolume entry level. Detiene una significativa quota di mercato (31%) nei veicoli commerciali di medie dimensioni.

«Brilliance Auto e il Gruppo Renault si uniscono in una partnership di portata internazionale per sviluppare i veicoli commerciali. Ciò modificherà il mercato dei veicoli commerciali in Cina e a livello internazionale. Le due Società creano questa joint-venture per imporsi come leader in tre settori: veicoli commerciali, veicoli commerciali alimentati da nuove forme di energia e veicoli commerciali su misura. Questa partnership di tipo win-win offrirà tanti vantaggi economici e sociali, accelerando lo sviluppo dell’industria automobilistica nella provincia del Liaoning e in Cina in generale», ha affermato Qi Yumin, Presidente di Brilliance Auto Group Holdings Co., Ltd.

 

La joint-venture offre ai partner una piattaforma che gli consente di svolgere ruoli complementari con Brilliance, in particolar modo offrendo loro una rete di concessionari composta da 220 dealer, nonché competenze tecniche di progettazione e produzione. In un momento in cui la domanda cinese cresce a livello di furgoni e veicoli commerciali in stile europeo, che rispondono a norme più severe a livello di sicurezza, emissioni ed efficienza energetica, Renault apporta il suo contributo con la grande esperienza che vanta nelle nuove tecnologie, competenze tecniche e gestione aziendale. Il primo obiettivo della joint-venture sarà quello di rivitalizzare la marca Jinbei, prima di lanciarsi nella produzione vera e propria di Veicoli Commerciali Renault in Cina nel 2020.