Grande successo del convegno "Lo spazio dà i suoi frutti", svoltosi il 18 ottobre presso l'Auditorium di Palazzo Italia all'Expo di Milano. Si è trattato di un vero e proprio "viaggio" tra l’Agrospazio e le applicazioni satellitari per l’Agricoltura, le soluzioni hi-tech nate in orbita che cambiano la qualità della vita sulla Terra.

 

 

Seminare nel futuro per raccogliere nel presente. Questo lo slogan con cui si può racchiudere il senso della giornata organizzata dalla Regione Lazio, da Lazio Innova, da Aero Sekur e dal Centro di ricerca aerospaziale dell’università La Sapienza – con la collaborazione di Esa, Ceac, Asi, Cnr, Enea, università di Tor Vergata e università della Tuscia – che ha visto la partecipazione di rappresentanti nazionali e stranieri di alto profilo del mondo accademico, imprenditoriale e della ricerca nel settore dell’aerospazio, tra cui gli astronauti Maurizio Cheli e Paolo Nespoli e l'assessore regionale allo Sviluppo economico e Attività produttive Guido Fabiani.

 

I lavori del convegno, moderati dal giornalista RAI Duilio Giammaria, sono stati suddivisi in due dibattiti.

 

Il primo, dedicato all’Agrospazio e aperto dal Prof. Gene Giacomelli, University of Arizona - Direttore CEAC (Controlled Enviroment Agriculture Center), è stato dedicato a tecnologie avanzate per l’agricoltura, tecnologie dei sistemi di supporto della vita per le missioni spaziali, tecnologie biorigenerative, sottosistemi, componenti e materiali, elementi biologici per il life support e tecnologie in ambiente controllato sulla terra.

 

Il secondo, su Applicazioni satellitari per l’Agricoltura, guidato dal Dott. Benjamin Koetz, ESA-ESRIN (Exploitation & Services Division, Project Section), ha illustrato le attività di studi e ricerche nel settore dell’Osservazione della Terra per applicazioni in agricoltura, con particolare riferimento al territorio laziale: agricoltura di precisione e dati satellitari della costellazione Copernicus per la realizzazione di sistemi di supporto alle decisioni e per la conservazione e la gestione (zonazione, monitoraggio e protezione) dei suoli agricoli.