La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

CCIR

I TWEET

Nel 2017 il conto corrente e il conto capitale della bilancia dei pagamenti sono in positivo e ammontano a 1,980 miliardi di euro, mentre nel 2016 la Banca nazionale bulgara ha registrato un'eccedenza di 2,561 miliardi di euro. Il conto corrente include le importazioni e le esportazioni, i pagamenti e le entrate per i servizi,

il denaro che i migranti inviano ai loro parenti in Bulgaria ed i trasferimenti tra il paese e il resto del mondo. Alla fine di dicembre, il saldo del conto corrente è in negativo di 474,8 milioni di EUR, e un anno prima era in negativo di 155,4 milioni di euro. Secondo i dati, le esportazioni sono pari a 25,818 miliardi di euro, aumentando dell’11,8% (2.714mld di euro) su base annua. A dicembre, la Bulgaria ha esportato beni per 2,105 miliardi di euro, con una crescita annuale del 3,6%. Le importazioni ammontano a 27.859 miliardi di euro, con una crescita annua del 15,7% (3.771 miliardi di euro). Nell'ultimo mese dell'anno in Bulgaria sono entrate merci per un valore di 2.579 miliardi di euro, con un incremento del 18% (393 milioni di euro) rispetto all’anno precedente. Il saldo dei servizi ammonta a 2.982 miliardi di euro. Nel solo mese di dicembre era pari a 27,4 milioni di euro, a fronte dei 58,5 milioni di euro registrati nell'ultimo mese del 2016. Secondo le stime preliminari del 2017 gli investimenti diretti esteri nel paese ammontano a 901,9 milioni di euro. Nel 2016 gli investimenti diretti esteri erano pari a 660 milioni di euro. Gli investimenti diretti all'estero nell'ultimo mese del 2017 sono aumentati di 6,6 milioni di euro, mentre l’incremento a dicembre 2016 era del 123,5 milioni di euro. (ICE SOFIA)

EN IT