Yossi Langotsky, il geologo che e' dietro la scoperta del giacimento di gas naturale di Tamar, guiderà il nuovo progetto di esplorazione petrolifera di Gulliver Energy Ltd. e Shapir Civil and Marine Engineering Ltd. Le due società hanno notificato alla Tel Aviv Stock Exchange (TASE) che a breve depositeranno una domanda di

licenza esplorativa presso il Commissario per il petrolio del il Ministero delle Infrastrutture nazionali, dell'energia e delle risorse idriche. Lo rende noto oggi il quotidiano economico israeliano Globes. Langotsky, 84 anni, nominato capo geologo e project manager per le due società, intervistato rispetto al potenziale di nuove scoperte rispetto a questa licenza, afferma che le probabilità sono buone. Secondo il rapporto di Gulliver Energy, la cui principale attività corrente è l'esplorazione petrolifera in Israele, la licenza si trova nel sud di Israele e che sarebbe stato firmato un memorandum d'intesa in base al quale le due societa' avrebbero ottenuto la nuova licenza in parti uguali se fosse stata approvata dal commissario del Petrolio.Shapir Engineering ha iniziato l'esplorazione petrolifera oltre sei mesi fa, quando ha acquisito il 10% della partnership di Givot Olam, con un'opzione per acquisire il 15% in più. La società ha esercitato questa opzione pochi mesi dopo. Il potenziale petrolifero nell'area è stimato in centinaia di milioni di barili, ma le attivita' di estrazione condotte finora nella regione sono riuscite a produrre solo piccolissime quantità di petrolio. "Globes" ha, inoltre, recentemente riferito che un gruppo di uomini d'affari guidato dall'ex Ministro dell'Energia Moshe Shahal, tra cui l'ex CEO di Israel Nir Gilad e l'imprenditore di esplorazione del gas Gideon Tadmor, sarebbe interessato ai diritti di estrazione per il petrolio della zona di Givot Olam (ICE TEL AVIV)

 

 

 

EN IT