L’Ufficio statistico polacco (GUS) ha riferito che il numero di persone impiegate nel settore delle imprese nel marzo 2018 ha leggermente superato i 6.205 milioni, dopo essere cresciuto del 3,7% su base annua e la retribuzione media è aumentata del 6,7% a/a 4.886,56 PLN.  Andrzej Kubisiak, direttore del servizio lavoro ha

dichiarato che alla fine del secondo trimestre 2018, il mercato del lavoro ha bisogno di più dipendenti.

 

(Leggi l’edizione cartacea/digitale di Tribuna Economica dedicata alla Polonia di oggi 23 aprile 2018)

 

"A marzo, i datori di lavoro hanno informato i centri per l'impiego di 147.000 posti vacanti e cioè il 13% in più rispetto a febbraio" ed ha aggiunto che un'ulteriore crescita dell'occupazione sarà difficile a causa della contrazione dell'offerta. Monika Kurtek, principale economista di Bank Pocztowy, ha osservato che la diminuzione dell'inflazione e l'aumento delle retribuzioni determineranno un maggiore potere d'acquisto, che farà crescere il consumo. Piotr Piekos, economista di Bank Pekao, ha osservato che il crescente deficit di dipendenti, soprattutto nelle costruzioni e nei trasporti, continuerà a esercitare pressioni salariali e si aspetta che i salari aumenteranno del 7,5% nel 2018. (ICE VARSAVIA)

 

 

 

EN IT