La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

CCIR

I TWEET

La Commissione Europea ha corretto le previsioni economiche per la Slovenia, abbassandole dal 4,7% di primavera al 4,4% per il 2018 e dal 3,6% al 3,5% per il 2019. Bruxelles prevede un aumento del consumo interno, grazie alla crescita dell’occupazione e delle retribuzioni, nonché al miglioramento delle condizioni di finanziamento.

Si attende altresì che il settore pubblico attinga più intensamente ai finanziamenti europei per i progetti di investimento. Nel contempo prevede che le esportazioni non abbiano più un ruolo centrale come nel passato, anche a causa dell’aumento delle importazioni. Fra i rischi viene menzionata anche la mancanza di manodopera. L’abbassamento della crescita economica è conforme alla contrazione in ambito comunitario che dal precedente 2,3% passa al 2,1%. (ICE LUBIANA)

 

 

 

 

 

EN IT