La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

CCIR

I TWEET

Crescono le tutele per i cittadini europei che prenotano pacchetti turistici "tutto compreso" ma anche altre forme di servizi turistici combinati, compresi i pacchetti personalizzati in cui il viaggiatore sceglie diversi elementi da un unico punto vendita online o offline. Dal 1° luglio 2018 sono entrate in vigore nuove norme adeguate

all'era digitale e ai nuovi metodi con cui si prenotano le vacanze. Le novità riguardano anche i cosiddetti "servizi turistici collegati", quando il viaggiatore acquista servizi turistici presso un solo punto di vendita, ma attraverso processi di prenotazione separati o quando, dopo aver prenotato un unico servizio turistico su un unico sito internet, è invitato a prenotare un altro servizio su un sito internet diverso.

Le nuove norme saranno ancora più vantaggiose per i consumatori grazie a: informazioni più chiare per i viaggiatori; rimborso e rimpatrio in caso di fallimento; diritti di annullamento potenziati; alloggio nel caso in cui il viaggio di ritorno non possa essere effettuato; assistenza ai viaggiatori.

Anche le imprese beneficeranno delle nuove norme grazie a: norme più chiare che rendono più facili le attività transfrontaliere; obblighi di informazione più moderni che non si basano più esclusivamente sugli opuscoli di viaggio; riduzione degli oneri normativi.

 

 

 

EN IT