La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Alla data del 30 settembre 2018, la Croazia ha versato all'UE ca. 2,3 miliardi di euro e ne ha ricevuto ca. 3,5 con un saldo positivo che ammonta a 1,2 miliardi di euro. Il Ministro per lo sviluppo regionale e i fondi UE, Gabrijela Žalac, rivela che l'obiettivo del Governo è quello di utilizzare il 60% o più dell'attuale dotazione finanziaria entro la

fine dell'anno, pari a 10,7 miliardi di euro. Attraverso l'impiego dei fondi europei, la Croazia mira soprattutto ad ottenere una riduzione delle disparità interne in termini di sviluppo delle regioni croate e l'adozione di misure già praticate dai paesi più sviluppati dell'Unione Europea le quali hanno dato buoni risultati in termini economici e sociali. Il surplus delle finanze pubbliche ammonta nei primi 6 mesi di quest'anno a 0,22 miliardi di euro. I fondi europei rappresentano attualmente l'80% degli investimenti pubblici in Croazia. (ICE ZAGABRIA - www.mrrfeu.hr)

 

 

EN IT