L’Expo di Dubai opportunità chiave per una verifica dei progressi compiuti nell’implementazione dell’Agenda 2030 degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile: è stato questo oggi il focus di un incontro in teleconferenza tra tutti i Paesi dell’Unione Europea in una concreata testimonianza

di unità politica e programmatica.

La discussione tra i Commissari degli stati UE partecipanti all’Esposizione Universale al via nella città emiratina il prossimo ottobre ha permesso di condividere i contenuti delle numerose iniziative dedicate alle sfide della sostenibilità nei Padiglioni nazionali in questo 2020, quinto anniversario dell’adozione dell’Agenda. 

Un serrato confronto sule modalità di cooperazione e comunicazione su questo e su altri temi di interesse comune ha contributo a rafforzare i rapporti da tempo avviati tra i Paesi membri per valorizzare le opportunità legate all'Expo anche nel percorso congiunto di avvicinamento.

L’Unione Europea si presenterà unita e ancora più forte a Expo 2020 Dubai sui grandi temi dello sviluppo sostenibile, dell’innovazione e della sicurezza per la salute”, ha detto il Commissario per la partecipazione italiana Paolo Glisenti. “Abbiamo proposto alla Commissione Europea e ai nostri partner di condividere numerose iniziative, alcune delle quali verranno ospitate nel Padiglione italiano, con la presenza di Commissari, Ministri dei Governi nazionali, ricercatori, scienziati, esperti”.

L’Italia avrà un ruolo di primo piano nel dibattito sugli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e sul Green Deal promosso dalla Commissione con particolare riguardo alle politiche per l’ambiente e la salute”, ha aggiunto Glisenti.