Il Gruppo Cassa Centrale ha pubblicato la Dichiarazione Non Finanziaria Consolidata 2020 (DNF), il resoconto sulla sostenibilità che approfondisce gli aspetti di carattere sociale, ambientale e di governance, di gestione del personale, delle politiche di Gruppo nella parità di genere,

nell’impegno nella lotta alla corruzione e nel favorire il rispetto dei diritti umani. La DNF per noi significa andare ben oltre l’adempimento di un obbligo normativo – ha spiegato il Presidente di Cassa Centrale Banca, Giorgio Fracalossi – Abbiamo subito colto l’opportunità di comunicare le caratteristiche distintive del Gruppo Cassa Centrale quale espressione essenziale del Credito Cooperativo, illustrandone il ruolo in un contesto in continua evoluzione, mantenendo al contempo saldi i principi di sempre. Come Cooperative Mutualistiche di Credito, che promuovono il benessere delle Comunità, coniugando le logiche d’impresa con l’agire socialmente responsabile, siamo partiti da un grande punto di forza identitario. Nella DNF infatti rendicontiamo il nostro operare quotidiano che da sempre ci caratterizza, interpretato secondo la nuova metrica della sostenibilità”.  Con la Dichiarazione Non Finanziaria, il Gruppo Cassa Centrale ha intrapreso un percorso per dare pienamente conto ai portatori di interesse di come il Gruppo integri la sostenibilità nelle proprie strategie, definendo i primi obiettivi in coerenza con la vicinanza ai territori che da sempre lo contraddistingue.  A fianco delle tante attività realizzate singolarmente dalle 73 Banche affiliate e dalle Società controllate, sono state avviate diverse iniziative coordinate per promuovere e perseguire gli Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, formalizzate negli obiettivi di sostenibilità del piano strategico e prossimamente declinati in un piano dedicato.

Principali evidenze – Ambiente

Con riferimento all’attenzione all’ambiente, per quanto riguarda la DNF vanno menzionate le iniziative di sostenibilità diretta, come l’incremento al 75% della quota di energia elettrica consumata proveniente da fonti rinnovabili sul totale dei consumi di energia, rispetto al 64% del 2019, e la riduzione delle emissioni di CO2 del 27% rispetto all’anno precedente.  Oltre 1,6 milioni di Clienti utilizzano la piattaforma di banca virtuale Inbank, ricevendo la documentazione soltanto in formato elettronico: un servizio che nel 2020 ha evitato la stampa di oltre 79 milioni di fogli di carta e l’emissione di più di 3.000 tonnellate di anidride carbonica.  Un’inclinazione, quella alla sostenibilità, che si palesa anche nelle scelte finanziarie. Infatti, nel più ampio ambito ESG - Environmental, Social e Governance - i volumi investiti nei 4 comparti Ethical del fondo NEF hanno superato il miliardo di Euro e il 20% delle masse totali gestite.

Principali evidenze – Comunità

Un altro dato molto rilevante messo in luce nella DNF riguarda l’impegno verso le Comunità e i Territori in termini di erogazioni liberali, beneficenza e sponsorizzazioni.  L’insieme degli interventi sostenuti dal Gruppo Cassa Centrale nel 2020 ha complessivamente superato l’importo di 26 milioni di Euro, in linea con l’anno precedente, concentrato su un numero minore di iniziative (14 mila rispetto alle quasi 23 mila del 2019), a causa del mancato svolgimento di molte iniziative dovuto all’emergenza Covid e alla concentrazione degli interventi in tale ambito.  Infatti, oltre 9 mila iniziative sono riferibili ai tanti interventi di emergenza a sostegno di enti/associazioni di volontariato/ospedali e altre organizzazioni coinvolte nel contrasto alla pandemia. Le BCC reinvestono almeno il 70% degli utili a riserva indivisibile, a beneficio di un patrimonio indivisibile che permette di finanziare lo sviluppo e l’economia reale, e versano il 3% degli utili ai Fondi Mutualistici per la promozione e lo sviluppo della Cooperazione, per un totale che nel 2020 ha raggiunto i 7,4 milioni di euro.

Il Gruppo si impegna, inoltre, per offrire servizi e prodotti che rispondono alle reali esigenze di 2,3 milioni di Clienti, con condizioni chiare e trasparenti.

Secondo il principio della prevalenza, oltre il 50% delle attività di rischio viene assunta a favore dei 450mila Soci Cooperatori, e almeno il 95% dei finanziamenti è destinato all’interno dell’area di competenza di ciascuna Banca: si crea in questo modo un rapporto di geo-circolarità con i territori nei quali le banche di credito cooperativo sono insediate.

I Collaboratori

Il Gruppo ha cura dei propri Collaboratori, nella convinzione che la creazione di un ambiente di lavoro sano e improntato all’ascolto e al dialogo sia un requisito fondamentale per gestire in modo responsabile la propria attività.  Degli oltre 11 mila Collaboratori del Gruppo Cassa Centrale, il 41% appartiene al genere femminile. Il potenziale delle Persone è stato valorizzato anche attraverso la promozione costante di piani di formazione, per oltre 473 mila ore totali fruite. Un’attenta gestione dei luoghi di lavoro e una continua attività di comunicazione e prevenzione hanno contribuito a limitare il numero di infortuni e a contenere al minimo il contagio senza fenomeni di diffusione interna alle società del Gruppo.  La sezione dedicata sul sito Cassa Centrale - https://cassacentrale.it/it/sostenibilita/dichiarazione-consolidata-di-carattere-non-finanziario-2020 da cui è possibile scaricare il rapporto in versione pdf e scorrerla in formato sintetico - presenta gli highlights economici, sociali e ambientali, alcuni dei principali indicatori di performance e gli obiettivi negli ambiti ESG sui quali si concentrerà l’impegno del Gruppo Cassa Centrale nei prossimi anni­versario