CCIR

L’autunno, più fresco e meno affollato, è il periodo perfetto per organizzare qualche giornata all’insegna della cultura. Aosta e i meravigliosi borghi valdostani aprono le proprie porte a chiunque abbia voglia di nutrire questo lato dell’anima. 

Una full immersion nella cultura, alla scoperta di castelli, musei e siti archeologici della Valle d’Aosta.Dal 15 al 23 settembre torna Plaisirs de Culture, una settimana dedicata alla valorizzazione del patrimonio culturale della regione.

In collaborazione con numerosi partner sul territorio – dalle associazioni, fondazioni, organizzazioni della società civile e di volontariato alle istituzioni culturali pubbliche e private, pubbliche amministrazioni, professionisti ed esperti del settore dei beni culturali – la Valle d’Aosta interpreta questo 2018, nominato come Anno europeo del patrimonio culturale, con un fitto programma di visite guidate alla scoperta di borghi e aree di Aosta, ingressi agevolati a mostre, manifestazioni e attività didattiche pensate per i bambini.

Con il titolo “Patrimonio culturale: un piacere da condividere” il calendario appuntamenti di questa edizione ha il fine di mostrare le varie facce della cultura e della tradizione valdostana, così radicata in tutto il territorio.

Il patrimonio culturale plasma l’identità e la  vita quotidiana, circonda città, piccoli comuni ed è immerso nel paesaggio naturale. Non si tratta soltanto di letteratura, arte e oggetti, ma anche dell'artigianato che si tramanda di generazione in generazione, delle storie che si trasmettono di padre in figlio, delle eccellenze gastronomiche. Di qualsiasi cosa parli di un popolo.