Mercato in crescita per i vini Made in Italy in Cina, dove nei primi otto mesi del 2015sono stati importati 195,9 ettolitri di vini italiani, registrando un +20,3% a valore e un +14,2% a volume rispetto all’anno precedente (Fonte: Nomisma Wine Monitor). Anche l’azienda vitivinicola veneta Dogarina ha voluto cogliere queste opportunità presenziando con i propri vini al

padiglione Italia organizzato da Vinitaly International durante la prima edizione dell’evento Wine & Dine Festival tenutosi a Shanghai lo scorso settembre e che mira a diventare la manifestazione b2c di riferimento in Oriente.

 

Con la presenza alla fiera di Shanghai, Dogarina ha debuttato ufficialmente in questo complesso mercato e approcciandosi in maniera diretta al numeroso pubblico di buyers e di consumatori accorso per scoprire le eccellenze vinicole italiane. Grazie ad alcune degustazioni e alla consulenza di un importatore italiano esperto del settore in Cina, l’azienda vitivinicola veneta ha potuto far apprezzare in quest’occasione la qualità dei propri vini e allo stesso tempo comprendere direttamente i gusti e le richieste dei consumatori di questo Paese e intraprendere la scalata del mercato asiatico.

 

Per Dogarina l’ingresso nel mercato Cina è destinato per ora a piccoli volumi nel canale Horeca, con una selezione di etichette di alta qualità come il Prosecco Doc Treviso della gamma Cà di Pietra, una linea di vini freschi e fruttati, dal design giovane grazie ad un packaging moderno e accattivante, con layout grafici creati per esprimere al meglio le caratteristiche di ogni singolo vitigno. La scelta dell’azienda vitivinicola di Campodipietra (TV) di puntare soprattutto nell’esportazione di vini “sparkling” in Cina è dettata dal fatto che questa tipologia ha registrato negli ultimi otto mesi un incremento del 43%, confrontato allo stesso periodo del 2014 (Fonte: Nomisma Wine Monitor).

 

“Appuntamenti come quello organizzato a Shanghai da Vinitaly International - afferma Romina Tonus titolare dell’azienda vitivinicola veneta - rappresentano veri momenti di crescita per l’export di Dogarina, strategiche occasioni d’incontro e promozione, in grado di valorizzare e far conoscere al pubblico e ai buyer internazionali la qualità e l’eleganza dei nostri vini”.