CCIR

Si è svolto a Catania il convegno “FILIERA E TERRITORIO COME ASSET STRATEGICO in SICILIA. Investimenti, strategie di sviluppo e centralità di Parmalat nella filiera lattiero-casearia regionale”

durante il quale sono state inaugurate le nuove linee produttive dello stabilimento Parmalat, società di Groupe Lactalis.

Presenti il Sindaco Salvo Pogliese e l’Assessore Regionale Della Salute, Ruggero Razza in rappresentanza della Regione Siciliana.

I lavori, finalizzati ad innovare gli impianti ed incrementare l’efficienza, sono durati tre anni e l’investimento effettuato è stato di 6 milioni di euro (da aggiungere ai 4 investiti in precedenza) nel solo stabilimento di Catania, per un totale complessivo di 13 milioni di euro investiti in Sicilia da Parmalat negli ultimi 5 anni.

Durante l’incontro, sono intervenute numerose Autorità cittadine e regionali, Confindustria, l’Istituto Zooprofilattico, l’Università di Catania, le rappresentanze degli Allevatori e gli esponenti della distribuzione organizzata.

Parmalat, presente sul territorio da oltre 60 anni con l’iconico marchio Sole, è il principale acquirente di latte siciliano: compra circa il 50% di quello prodotto sull'isola e l’80% di quello prodotto nelle sole provincie di Ragusa e Siracusa. Ciò avviene sia attraverso la raccolta diretta (150 produttori circa) sia tramite grosse cooperative locali (che contano oltre 500 produttori).

In Sicilia Parmalat lavora circa 90 milioni di litri di latte e produce circa 4.000 tonnellate di formaggi. nei suoi due stabilimenti, uno a Catania, specializzato nella produzione di latte fresco e UHT e panna, e l’altro a Ragusa, specializzato nella produzione dei derivati lattiero-caseari (mozzarelle, ricotte, scamorze).

Parmalat è anche un importante polo logistico e commerciale sull’isola: attraverso una distribuzione capillare sul territorio, ogni mattina i suoi mezzi consegnano i prodotti ad oltre 6.000 punti vendita sull’isola.

Valorizzando il territorio siciliano e le sue risorse migliori, Parmalat si rileva un indispensabile propulsore dell’economia regionale, oltre ad essere realtà attenta a tutte le iniziative che concorrono a dare valore al territorio e alla comunità locale. Continuativa, ad esempio, è la collaborazione con Banco Alimentare e Caritas e il progetto con le scuole siciliane che ogni anno visitano il sito produttivo di Parmalat.

E proprio in quest’ottica, rientra il recente supporto a LAD Onlus per il progetto WonderLAD, la casa del cure-and-care, inaugurata nel capoluogo etneo il 20 novembre, che accoglie i bambini con malattie oncologiche e le loro famiglie

In termini di impatto ambientale, Parmalat sta valutando la possibilità di installare un impianto di cogenerazione nello stabilimento di Catania. L’azienda ha già dotato gli stabilimenti produttivi di Collecchio, in provincia di Parma, e di Zevio, in provincia di Verona.