Print

Fino al 20 dicembre la piazza del Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo ospiterà la mostra-appello #WeAreTheClimateGeneration, che abbina divulgazione scientifica e immagini fotografiche per sensibilizzare sul tema del cambiamento climatico. Si tratta di un ideale passaggio di testimone tra Roma e Parigi, dove sta per concludersi la COP21. Venerdì 18

dicembre alle ore 15 previsto un incontro tra studenti ed esperti dell’ENEA che hanno partecipato al Summit sul clima.

Mostra ENEASi ha aperto nella piazza del Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (MAXXI) di Roma la mostra-appello #WeAreTheClimateGeneration che abbina divulgazione scientifica e fotografie per sensibilizzare sul tema del cambiamento climatico. Nei giorni in cui si avvia a conclusione la COP21, si tratta di una sorta di passaggio di testimone ideale tra Parigi e Roma per sensibilizzare e informare il grande pubblico sull’importanza di un accordo globale vincolante sul clima. La mostra abbina una galleria di ritratti fotografici a pannelli con spiegazioni scientifiche sulle cause dell’aumento della temperatura globale e sulle possibili strategie per ridurre le emissioni e promuovere l’efficienza, le rinnovabili, il trasferimento tecnologico ai Paesi più poveri e vulnerabili.

 

L’esposizione, che resterà nella piazza del MAXXI fino a domenica 20 dicembre, comprende un percorso fotografico di 12 scatti d'autore che riuniscono tre generazioni di una stessa famiglia, realizzati in Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Danimarca e Turchia nell’ambito della campagna internazionale di DNS (Do Not Smile), la rete di agenzie di comunicazione ambientale attive in sette Paesi, che in Italia fa capo a Silverback - Greening the Communication. Agli scatti d’autore, si sono aggiunti sul web i selfie e i messaggi che moltissimi cittadini europei hanno postato su Twitter #WeAreTheClimateGeneration o sul sito della campagna www.wearetheclimategeneration.com/it.

 

Mostra ENEAENEA ha curato la parte scientifica, nel ruolo di centro di ricerca impegnato anche nella definizione di strategie di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e come focal point per l’Italia per il trasferimento tecnologico verso i Paesi in Via di Sviluppo della Convenzione sui Cambiamenti Climatici. Si tratta di sei pannelli che spiegano le cause e i rischi del cambiamento climatico, la storia dei negoziati e della Conferenze delle Parti (COP) sul clima, gli strumenti per contrastare il riscaldamento globale e il contributo fondamentale della ricerca scientifica: modellistica climatica, innovazione tecnologica, efficienza energetica e tecnologie green.

 

La mostra sarà anche un’occasione per gli studenti di approfondire la questione del cambiamento climatico direttamente con gli esperti ENEA che hanno partecipato alla COP21 a Parigi: un primo incontro, aperto a scuole superiori e universitari, è previsto per venerdì 18 dicembre alle ore 15 nella piazza del MAXXI.

 

In Italia, la mostra di #WeAreTheClimateGeneration con le foto di Andrea Sabatello è stata inaugurata alla Camera dei Deputati ed è stata esposta il 27 novembre alla Stazione Centrale di Milano, con il supporto di Ferrovie dello Stato Italiane, e il 29 novembre ai Fori Imperiali a Roma durante la marcia della Coalizione Italiana per il Clima. All’estero, la mostra è stata esposta per i 14 giorni della COP21 al Grand Palais a Parigi; in Inghilterra al Manchester Museum e all’Università di Manchester;  in Germania  all’Art Museum di Bonn; in Belgio nell’area della sede della Commissione europea.

 

L’iniziativa è patrocinata da Globe Italia, con la collaborazione della Coalizione per il Clima e delle Ferrovie dello Stato Italiane. Partner scientifico ENEA -  Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Hanno contribuito alla realizzazione della campagna le aziende RenWorld e IkHemp. Si ringrazia la Fondazione MAXXI per l’ospitalità.