Sono 12 le unità purificazione del biogas messe a servizio da Air Liquide nel corso degli ultimi 12 mesi in Europa. Con queste nuove unità, Air Liquide triplica la sua capacità di purificazione del biogas sul continente europeo. Air Liquide ha progettato

ed implementato in tutto il mondo 50 unità di purificazione del biogas per trasformare il biogas in biometano ed iniettarlo nelle reti del gas naturale.

 

Le 12 nuove unità di purificazione del biogas commissionate da Air Liquide sono localizzate in Francia, nel Regno Unito, in Ungheria ed in Danimarca. Cinque di queste unità, per un investimento totale di 12 milioni di Euro, sono gestite da Air Liquide. Esse generano contratti a lungo termine per la produzione di biometano destinato alle reti europee di gas naturale, che riforniscono in particolare le flotte di trasporto alimentate con bio-NGV (Natural Gas for Vehicles).

 

Leader mondiale nella fornitura di tecnologie per la purificazione del biogas con una capacità installata di 160.000 m3/ora, Air Liquide ha sviluppato tecnologie e competenze che coprono l'intera catena del valore del biometano: purificazione del biogas in biometano, iniezione nella rete del gas naturale, liquefazione, distribuzione per flotte di trasporto pulite.

 

La purificazione e la valorizzazione dei biogas è un esempio molto promettente di economia circolare, che aiuta a ridurre le emissioni di gas serra e che potrebbe contribuire a soluzioni per il trasporto ad emissioni zero del futuro.

 

François Darchis, Senior-Vice President, membro del Comitato Esecutivo del Gruppo Air Liquide che supervisiona l'Innovazione, commenta: “Questi nuovi contratti per la produzione di biometano dimostrano la capacità di Air Liquide di sfruttare le sue tecnologie per lo sviluppo di nuovi business. Posizionandosi sull'intera catena, dalla purificazione del biogas alla distribuzione con stazioni bio NGV, Air Liquide contribuisce a vincere le sfide dell'energia e dell'ambiente.”